Taormina Arte, il sindaco Mauro Passalacqua: “Programmazione biennale per rilanciare il turismo

Mauro Romano

TAORMINA – Si punta ad una «Taormina Arte» con programmazione biennale e con un solo mese di pausa. E’ questo l’obiettivo dell’amministrazione comunale, indicato dal sindaco Mauro Passalacqua. Un progetto a lungo raggio che vede il prestigioso contenitore di spettacoli recitare un ruolo di primo piano per il rilancio turistico Taormina. Una città che deve confrontarsi con la crisi turistica e ha bisogno del rilancio anche grazie a iniziative come quelle in procinto di partire. «Siamo fiduciosi – ha detto Passalacqua – che il finanziamento regionale che compete al cartellone di spettacoli raggiunga i 3milioni e 600mila euro. Adesso tale cifra è stata dimezzata ma un emendamento dell’assessore regionale al Turismo, Nino Strano, ci fa guardare con fiducia al futuro di questa iniziativa». Ma si sta facendo di più. Stando a quanto indicato dal primo cittadino, oltre al Teatro Antico, il naturale palcoscenico deglispettacoli potrebbe essere il Palazzo dei Congressi. In questo caso, starebbero per essere ultimati i lavori che interessano la struttura congressuale. «Adesso – ha spiegato il sindaco – una volta ultimate le opere, si potrà puntare anche al mercato dei congressi, fermo restando che il palazzo si presta anche alla realizzazione di varie iniziative». Insomma, si punta – visto il periodo di crisi – a realizzare al più presto, un programma che sappia venire incontro alle esigenze di imprenditori del settore dell’ospitalità e commercianti. Tanta carne al fuoco per una stagione di Taormina Arte che potrebbe iniziare a giugno e proseguire, con una breve interruzione, per altri due anni. In questo modo potrebbe
essere avviata una promozione turistica – anche preventiva – da presentare, per esempio, nelle borse del turismo internazionali. Punte di diamante del cartellone saranno la scintillante stagione lirica del maestro Enrico Castiglione, il festival del Cinema e la stagione teatrale. Per quanto riguarda la trasformazione in Fondazione,
ancora si dovrà attendere del tempo, fermo restando che l’iter va avanti anche se vi saranno iniziative politiche che spingono contro la procedura adottata da Comune di Taormina, Provincia e Comune di Messina. Della questione «Taormina Arte» si parlerà ancora per mesi e, nel frattempo, la stagione turistica è in procinto di essere avviata. Il cartellone avrà lo scopo di attirare ulteriormente turisti che vogliono trascorrere qualche buon momento di spettacolo tra le vecchie mura della Perla.

NEL TG90 DEL 31 MARZO INTERVISTA AL SINDACO DI TAORMINA MAURO PASSALACQUA

Leave a Response