S. Teresa. La frazione Misserio ‘scivola’ verso valle. Chiesto un sopralluogo alla Protezione Civile

S. TERESA – “E’ necessario monitorare al più presto la frazione Misserio perché c’è il rischio che si verifichino smottamenti di notevole portata”. A lanciare il grido d’allarme è il consigliere comunale Vittorio Chillemi. “Da anni – spiega – a Misserio si registrano frane e smottamenti, ma le ultime piogge hanno accentuato il fenomeno dello scivolamento verso valle ed è dunque necessario pensare ad un serio monitoraggio del territorio. A mio avviso – aggiunge Chillemi – dobbiamo pensare ad interventi di consolidamento nella zona che costeggia il torrente”. La situazione viene tenuta sotto costante controllo dal sindaco Alberto Morabito che, proprio nei giorni scorsi, è stato costretto a chiudere al transito la strada comunale che conduce al quartiere Sturiale, nella zona sud del popoloso borgo collinare. Le incessanti piogge hanno infatti provocato il cedimento di un muro di sostegno che ha trascinato a valle buona parte della carreggiata. Al momento, le famiglie residenti nel quartiere sono costrette a percorrere a piedi il tratto di strada, con i prevedibili disagi che ne conseguono. Il primo cittadino ha già inoltrato la richiesta per un sopralluogo urgente al Genio Civile, alla Provincia regionale e alla Protezione Civile. Ancora però non sono arrivate risposte. “La situazione è seria – ha spiegato il sindaco Morabito – perché, oltre all’isolamento del quartiere, lo smottamento ha lesionato un muro di sostegno della strada provinciale e in caso di pioggia potrebbero verificarsi nuovi crolli”. Ma non preoccupa solo la situazione del quartiere Sturiale. “Oltre a quella frana – aggiunge Chillemi – anche nel quartiere Chiesa Nuova si registrano i primi segni di cedimento del manto stradale”. Intanto, sempre a Misserio, è stata disposta dalla Provincia regionale la chiusura al transito, a tempo indeterminato, di un tratto, compreso tra l’abitato di Misserio e la frazione Due Fiumare (bivio S.Carlo), della Sp 23/bis Misserio-Misitano-Rimiti. Il provvedimento – firmato da dirigente del IV dipartimento Viabilità 1° Distretto, Giuseppe Celi – si è reso necessario “a causa di movimenti franosi che hanno interessato la zona”. Il percorso alternativo, fanno sapere dalla Provincia, è costituito dalla Sp 22 della Mancusa, dalla Sp 19 Savocese e, successivamente, dalla Sp 19/bis S. Carlo.

Leave a Response