Roccalumera. Pist, viabilità e monumenti le priorità

ROCCALUMERA – Riunione operativa dei sindaci della Valle del Dinarini in vista della scadenza dei termini (30 marzo) per la presentazione delle schede legate ai progetti preliminari del Pist (Piano integrato di sviluppo territoriale). Gli amministratori dei Comuni di Roccalumera, Pagliara, Mandanici e Furci Siculo hanno avviato il confronto sulle istanze provenienti dal territorio e vagliato gli aspetti burocratici per giungere ai progetti esecutivi e, conseguentemente, ai finanziamenti. “Purtroppo la confusione non manca – taglia corto il sindaco di Roccalumera, Gianni Miasi – ed ancora non sappiamo con precisione a chi rivolgerci per ottenere risposte concrete su una materia complessa”. Un punto di partenza comunque c’è. E riguarda le attrattive turistiche da mettere in rete: l’antica Filanda per quanto concerne Roccalumera, il museo del mare di Furci, palazzo Calabrò a Pagliara e il monastero basiliano di contrada Badia a Mandanici. “Bisogna iniziare dal recupero delle aree circostanti e dalla fruibilità di questi siti” hanno concordato gli amministratori, attraverso una mobilità sostenibile. Si pensa anche ad opere infrastrutturali da concertare con i Comuni delle altre vallate, da inserire nel Piano, mirate al miglioramento della viabilità nell’hintero hinterland: dal collegamento dei lungomare alla sistemazione delle arterie che conducono nei centri collinari. All’incontro, che ha avuto luogo nell’aula consiliare del Comune di Roccalumera, hanno partecipato i sindaci Gianni Miasi, che ha fatto gli onori di casa, Bruno Parisi (Furci Siculo), Santino Di Bella (Pagliara) e il vice sindaco di Mandanici Giuseppe Briguglio, delegato dal primo cittadino, Mario Carpo, impossibilitato a partecipare alla riunione. In via “amichevole e informale” si è già aperto un confronto anche con la Valle del Nisi, con il sindaco di Nizza, Giuseppe Di Tommaso, il quale ha convenuto sulle linee guida emerse dalla riunione, condividendole pienamente. Con il sindaco di S. Teresa di Riva, Alberto Morabito, in rappresentanza della Valle d’Agrò, a breve si comincerà a discutere di mobilità sostenibile. E’ stata evidenziata la necessità di snellire la viabilità attraverso un servizio di pullman navetta da Capo Alì a Capo S. Alessio, in modo da favorire lo spostamento dei cittadini del comprensorio, riducendo il numero delle auto in transito sulle caotiche arterie dei centri jonici.

Leave a Response