Roccalumera. Tavolo tecnico per il progetto di messa in sicurezza dello svincolo autostradale

Carmelo Caspanello

ROCCALUMERA – Comune, Provincia, Consorzio autostrade e Anas  daranno vita ad un tavolo tecnico, in settimana, per analizzare il progetto di messa in sicurezza dello svincolo autostradale. I continui incidenti che si verificano all’altezza dei caselli, avevano spinto il sindaco di Roccalumera, Gianni Miasi, a scrivere ai massimi dirigenti del Cas (il commissario straordinario Matteo Zapparrata) e dell’Anas (l’ingegnere Pierfrancesco Savoia, responsabile del compartimento di Catania), per un incontro immediato. “L’aumento esponenziale del flusso veicolare – ha evidenziato Miasi nella missiva – crea una situazione di disagio e di pericolo per quanti giornalmente si immettono sull’autostrada o incrociano, viaggiando sulla Statale 114, i veicoli in uscita e in entrata dal casello”. La situazione diventa ancor più “calda” nel periodo estivo quando la popolazione raddoppia o addirittura triplica per l’avvento di turisti e vacanzieri. Il sindaco di Roccalumera ritiene che “la soluzione mirata ad evitare fastidi, disagi e soprattutto pericoli agli automobilisti possa essere rappresentata dalla realizzazione di una rotatoria in grado di far defluire il traffico in condizione di massima sicurezza”. La soluzione proposta dal primo cittadino è stata già indicata dall’ufficio tecnico comunale, a conclusione di specifici studi e accertamenti eseguito negli scorsi mesi e vagliata dai tecnici della Provincia regionale di Messina. I professionisti di Palazzo dei Leoni nei giorni scorsi hanno effettuato un sopralluogo, dando, anche se informalmente, il consenso. Parere favorevole è giunto pure dall’Anas. Si attende adesso la risposta del Consorzio autostrade siciliane. Qualcosa in più se ne saprà al termine del tavolo tecnico della prossima settimana, la cui data esatta non è stata ancora indicata. Per la realizzazione del progetto, che garantirebbe uno svincolo sicuro e con una visuale ottimale, non più ostruita dalle erbacce, occorrono circa 400mila euro. “Ci sarebbero ricadute positive anche sotto il profilo del decoro urbano – spiega il sindaco Miasi – e ciò non è cosa da poco considerato che lo svincolo autostradale della A 18 rappresenta il biglietto da visita non solo di Roccalumera bensì dell’intero comprensorio jonico e della Valle dell’Agrò. La sicurezza dello svincolo roccalumerese, negli ultimi anni, è stata ripetutamente sollecitata da cittadini e amministratori. Ma finora senza risultati.

Leave a Response