S. Teresa. “Paese nel degrado”, pioggia di interrogazioni al sindaco

S. TERESA DI RIVA – Riflettori puntati sullo “stato di degrado e abbandono” della città. Il gruppo consiliare di minoranza vuole che si apra un dibattito in aula e per questo motivo ha chiesto l’autoconvocazione dell’assemblea e presentato ben sei interrogazioni. Fabio Palella, Danilo Lo Giudice e Vincenzo Filoramo hanno puntato l’indice verso “il degrado in cui versano il manto stradale e la segnaletica vericale nei quasi quattro chilometri di lungomare, divenuto da lustri la principale arteria cittadina”. Denunciano “l’abbandono del sottopassaggio ferroviario che collega il popoloso quartiere di Torrevarata al centro e delle pensiline poste sul lungomare”. L’attenzione viene poi spostata sull’assegnazione di contributi a varie associazioni per un ammontare di 6mila euro, sull’istituzione del Carnevale estivo a S. Teresa e sull’istituzione del servizio di posta elettronica certificata per la notifica dell’ordine del giorno dei lavori del Consiglio comunale. Ai tre esponenti della minoranza non  sono bastate le rassicurazioni del sindaco, Alberto Morabito, giunte nei giorni scorsi attraverso la relazione annuale. “Abbiamo evidenziato questioni irrisolte da anni – chiosa Danilo Lo Giudice – che riguardano la quotidianità dei santateresini. E lo abbiamo fatto cercando di essere propositivi”.

Leave a Response