Itala. Sequestrati due terreni trasformati in discarica di rifiuti speciali, carcasse d’auto e materiali di risulta

ITALA (Messina) – Due aree trasformate in discarica sono state sequestrate dai Carabinieri della stazione di Scaletta, che hanno agito al comando del maresciallo Nicola Santamaria. I militari dell’Arma hanno apposto i sigilli ad una superficie di circa 2.000 mq ricadente nel territorio di Itala che, secondo i primi accertamenti, sarebbe stata adibita a discarica abusiva di rifiuti speciali, pericolosi e non; l’area si trova in contrada Livito, nelle immediate vicinanze del campo sportivo e delle pompe di sollevamento delle acque potabili gestite dall’Ente Acquedotto Siciliano. Lì i Carabinieri hanno trovato una trentina di autovetture completamente distrutte a seguito dell’alluvione del 1° ottobre scorso e inerti provenienti dalla demolizione di fabbricati. La seconda operazione di sequestro è stata eseguita lungo la Sp 29 che collega la frazione di Itala Marina a Itala Superiore: posti i sigilli ad un’area di circa 1.500 mq. in cui sono state lasciate una quindicina di autovetture, sempre distrutte in seguito all’alluvione dello scorso ottobre e rifiuti speciali, pericolosi e non, provenienti da abitazioni demolite nella frazione Mannello di Itala. Sono in corso accertamenti per delineare i contorni della vicenda e individuare eventuali responsabilità. Il reato ipotizzato è quello di inquinamento ambientale.

Leave a Response