S. Teresa. Stop al progetto per il nuovo liceo Scientifico. Non ci sarebbero investitori interessati

S. TERESA – Sembra aver imboccato un vicolo cieco il progetto per la realizzazione del nuovo liceo Scientifico “Caminiti”, che dovrebbe sorgere alle spalle della scuola elementare di Bucalo, in via Fiorentino. Un’opera da circa sei milioni di euro che risolverebbe gli atavici problemi di sovraffollamento del liceo santateresino, attualmente ospitato sul lungomare in un edificio condiviso con il Classico “Trimarchi”. L’intenzione della Provincia regionale è quella di realizzare l’opera attraverso la formula del leasing finanziario, dunque utilizzando fondi privati. E qui starebbe la difficoltà maggiore. Sembra infatti che al momento non vi siano investitori interessati alla realizzazione del progetto. L’altra strada percorribile sarebbe quella dei fondi pubblici, ma anche in questo caso, considerato il fatto che al momento non esistono bandi ad hoc, le probabilità di andare fino in fondo sarebbero davvero poche. E così al momento l’unica soluzione per alleviare i gravi disagi per gli studenti dello Scientifico è rappresentata dalle tre nuove aule messe a disposizione dal Comune e che dovrebbero essere presto allestite. Lo spiraglio si è aperto con l’avvenuto trasferimento del Pte nei nuovi locali. Nelle stanze che fino a qualche giorno fa ospitavano la struttura sanitaria, sarà infatti trasferito l’archivio storico del Comune. E ciò consentirà di liberare definitivamente i locali al primo piano del Municipio che l’amministrazione ha messo a disposizione al liceo. Lì, grazie ad un contributo di 25mila euro concesso dalla Provincia, saranno ricavate le tre nuove aule. Una soluzione provvisoria ma che servirà certamente ad alleviare i disagi degli oltre 400 alunni divisi in appena quindici aule. Con la segreteria che è stata spostata nel palazzo ex Usl, a poche decine di metri di distanza. Il tutto in attesa del un nuovo edificio, che prevede venti aule didattiche, sei laboratori e una palestra coperta con 300 posti a sedere.

Leave a Response