S. Teresa. Attività amministrativa “sotto accusa”, la minoranza critica la relazione semestrale del sindaco

S. TERESA DI RIVA – Il gruppo consiliare di minoranza mette “sotto accusa” l’operato  dell’amministrazione comunale. Danilo Lo Giudice, Fabio Palella ed Enzo Filoramo hanno espresso “totale disappunto” sull’operato amministrativo del 2009. “L’esecutivo – ha esordito Lo Giudice – si è limitato all’ordinaria amministrazione. S. Teresa dovrebbe essere come in passato il punto di riferimento dell’intero comprensorio che va da Scaletta a S. Alessio. Servono opere importanti per rilanciare l’economia attraverso il commercio, fino a qualche lustro addietro fiore all’occhiello della città. Purtroppo – chiosa l’esponente di ‘Sicilia Vera’ – non è giunto nemmeno un finanziamento, non vi sono insomma risultati tangibili e concreti”. Lo Giudice punta poi l’attenzione sulla relazione del sindaco, Alberto Morabito, illustrata nel corso dell’ultima seduta consiliare. “Finalmente è stata presentata, anche se con otto mesi di ritardo. In aula però – incalza il consigliere di minoranza – abbiamo udito cose già dette in quella precedente con l’inserimento di alcuni progetti da realizzare. Dobbiamo ribadire che nella nostra comunità, purtroppo, ormai si vive di sola ordinaria amministrazione”. Viene evidenziata la fuoriuscita del Comune di S. Teresa di Riva dal patto di stabilità “a causa di scelte amministrative – sostiene Lo Giudice – a nostro avviso errate. Quanto verificatosi non fa altro che peggiorare la situazione del nostro ente, considerato che subiremo numerosi tagli di trasferimenti Statali e regionali, che non sarà più possibile ricorrere a mutui e che per di più l’intero avanzo di amministrazione è stato completamente prosciugato. Ci chiediamo, quindi,  quali saranno gli scenari futuri per il nostro Comune”. Gli fa eco Fabio Palella: “La maggioranza di ‘Città libera’ (la coalizione che fa capo al sindaco, ndc) – sbotta – in tutti questi anni non ha fatto altro che ricorrere al sistematico affidamento di incarichi a professionisti e imprenditori. Ben poco è stato fatto, invece, in direzione di una reale crescita sociale di tutta la comunità santateresina”. A completare il quadro delle dichiarazioni il consigliere Enzo Filoramo: “Assistiamo ancora a tutta una serie di incompiute a partire dal campo di calcio che resta una chimera per gli sportivi. Basti pensare alla telenovela dell’agibilità degli spalti che non si è riusciti ancora ad ottenere nonostante da anni l’amministrazioni si impegni in questa direzione”.

Leave a Response