Furci. Fondi Po Fesr, incontro di programmazione tra amministratori dello Jonio e dell’Alcantara

FURCI SICULO – I Comuni jonici e dell’Alcantara non intendono giungere impreparati alla prima scadenza, ormai prossima, dell’attuazione territoriale dell’asse VI “Sviluppo urbano sostenibile” del Po Fesr Sicilia 2007-2013. Uno strumento ritenuto importante per il rilancio di una vasta area che coinvolge attraverso il Pist (Piano di integrazione territoriale) “Peloritani, terre dei miti e della bellezza area Jonica-Alcantara”, un organismo composto nel suo complesso da 33 Comuni (compresa la città di Messina) più la Provincia regionale. I componenti l’assemblea del Piano si sono incontrati nell’aula consiliare del Comune di Furci per predisporre un programma dei prossimi incontri. “L’obiettivo – ha spiegato il sindaco di Fiumedinisi e deputato regionale Cateno De Luca – è chiaro: essere pronti per le prossime scadenze che dovranno vederci tutti uniti con un unico modello di sviluppo del territorio. Ed a quanto pare le condizioni ci sono, anche in virtù dell’operatività del Pist”. L’assemblea è stata anticipata dalla riunione dei soci dell’Agenzia di sviluppo locale “Peloritani Spa”, composta da quarantasei Comuni più cinque soggetti di diritto pubblico. I lavori sono stati aperti dal sindaco di Furci Siculo, Bruno Parisi, il quale insieme al presidente dell’Agenzia, Alessandro Rasconà, ha proposto il primo cittadino di Fiumedinisi Cateno De Luca quale presidente onorario della Spa “per l’attività svolta a servizio del territorio”. La proposta è stata accolta all’unanimità. Fra i punti più importanti, trattati e approvati dall’assemblea, la creazione di una piattaforma di servizi telematici rivolti alla pubblica amministrazione, alle imprese ed ai cittadini. Con particolare riferimento all’attivazione dei  Centri di servizi territoriali ed alla realizzazione di cablaggio infrastrutturale mirato alla eliminazione del “Digital divide”, attraverso la fibra ottica, Wi-Max, Wi-Fi e Wireless. L’Agenzia fornirà supporto tecnico, amministrativo, operativo e procedurale. L’assemblea, ha infine dato mandato al Consiglio di amministrazione, per avviare tutte le procedure necessarie per la redazione di un piano strategico territoriale di area vasta e la creazione di un distretto turistico territoriale e tematico.

Leave a Response