“Gravi disagi sull’A-18”, Francilia e Muscarello (Udc) chiedono incontro con i vertici del Cas

MESSINA – Stamane i Consiglieri Provinciali dell’UDC, Matteo Francilia e Nino Muscarello, hanno presentato  al Presidente Ricevuto ed all’ass.re ai lavori pubblici Lino Monea, una richiesta di intervento immediato ed urgente nei confronti del Consorzio Autostarde Siciliane(CAS).
Abbiamo richiesto una convocazione urgente dei vertici del CAS dichiarano Francilia e Muscarello, perché, nonostante le promesse e gli interventi  di messa in sicurezza annunciati
nei mesi scorsi , ad oggi, il tratto autostradale A18 del comprensorio Jonico versa in uno stato di totale abbandono. I cittadini e  le aziende pubbliche e private, continuano Francilia e Muscarello, pagano giornalmente il pedaggio per transitare su di un arteria assolutamente priva anche della più elementare manutenzione ordinaria, asfalto devastato, buche di ogni tipo e dimensione gard rail vetusti, gallerie pericolanti ecc….
Tutto questo, sostengono Francilia e Muscarello, anche e soprattutto alla luce dei recenti eventi alluvionali ,che hanno colpito il territorio Jonico, non è più sostenibile, considerando anche che l’autostrada allo stato attuale, costituisce l’unica via di fuga per il comprensorio della riviera Jonica.
Chiediamo al CAS, sottolineano Francilia e Muscarello, certezze e non chiacchiere, vogliamo sapere quando inizieranno i lavori di messa in sicurezza, ma anche la situazione dell’iter burocratico dello svincolo di Alì Terme, delle bretelle di Itala e Scaletta , dell’Iter di progettazione dello svincolo della Val D’Agrò.
I Cittadini e gli amministratori tutti del comprensorio Jonico, sono stanchi di subire ormai da decenni questa vergognosa situazione, siamo pronti concludono Francilia e Muscarello,
se non ci saranno risposte concrete, ad organizzare eclatanti manifestazione di protesta e chiediamo fin da subito, nell’attesa degli interventi necessari, la sospensione del pagamento del pedaggio autostradale per i cittadini della riviera Jonica.

Leave a Response