San Fratello continua a scivolare verso valle, situazione drammatica: 1200 evacuati. Sui luoghi del disastro il presidente della Regione e l’assessore Centorrino

SAN FRATELLO (MESSINA) – Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, sta presiedendo in queste ore nella sede del comune di San Fratello, una riunione con i tecnici della Protezione civile per coordinare gli interventi da attivare per le emergenze idrogeologiche dei comuni della provincia di Messina.
Intanto, l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione professionale, Mario Centorrino, si e’ recato a San Fratello, per una ricognizione del territorio. Centorrino ha parlato di “grave disastro”. “Abbiamo preso atto – ha detto – che vi sono due segmenti di una grande frana: uno si muove lentamente,l’altro va progressivamente accelerando. Si tratta di una frana che risale a circa 200 anni fa e che divide il paese”. Nella zona sono gia’ presenti, per valutare la situazione e intervenire tempestivamente, una unita’ operativa della protezione civile regionale, vigili urbani e tecnici della Regione. “Spero – ha proseguito l’assessore – che l’intera collettivita’ si faccia carico di questa emergenza perche’ stiamo assistendo a scene veramente drammatiche di una popolazione costretta a sfollare, cercando compostamente e disperatamente di mettere a riparo tutte le proprie cose”. A San Fratello, nel frattemo si continua ad assistere ad uno scenario drammatico con case che si squarciano, strade che si aprono in due. Palazzi.case, chiese e le scuole sono lesionate. San Fratello e la sua piccola comunità di appena 4 mila abitanti stanno vivendo la loro giornata più drammatica della storia dal 1922 ad oggi. E oggi come allora è una frana di dimensioni catastrofiche a far tremare il cento collinare. L’intero centro è diviso a metà, tutti i terreni, le strade e le abitazioni che si affacciano sul versante orientale, dal lato del torrente Inganno e che guarda Sant’Agata Militello , cedono progressivamente verso valle mentre la spaccatura si allarga vistosamente. Tra la tarda mattinata ed il pomeriggio di domenica la situazione si è velo aggravata. Oltre 1200 le persone che sono state evacuate, svariate centinaia le famiglie costrette ad abbandonare le proprie case. San Fratello col passar dei giorni è quasi divenuto un paese fantasma.

 
       
 

Leave a Response