Messina. Università, presentato libro sulla storia della Facoltà di Giurisprudenza

MESSINA – Il libro “La Facoltà di Giurisprudenza della regia Università degli Studi di Messina (1908-1946)” a cura del prof. Giacomo Pace Gravina, docente dell’Ateneo peloritano, è stato presentato in un’Aula Magna gremita di studiosi e studenti, presenti i giudici costituzionali Paolo Grossi e Gaetano Silvestri.
Il volume racconta gli anni immediatamente successivi al terremoto del 1908 della Facoltà di Giurisprudenza, anch’essa terribilmente colpita dall’evento sismico che  mise  in discussione la svita  della stessa Università peloritana (a rischio di soppressione e di incorporazione da parte dell’Ateneo di Catania) e la lenta, faticosa ma inarrestabile ripresa, culminata nell’altissima tradizione scientifica e culturale della  Facoltà, grazie alla presenza di  docenti di altissimo valore, in primis Salvatore Pugliatti,  che ne fu apprrezzato docente e preside per venti anni (dal ’34 al 54).
Una storia ed una tradizione che la Facoltà di Giurisprudenza ha conquistato proprio nel periodo attenzionato dal prof. Pace Gravina, e che il Rettore, prof. Francesco Tomasello, ha orgogliosamente ricordato “essere attuali anche ai nostri giorni, potendo contare la Facoltà su un corpo di docenti, guidati dal preside Berlingò, assolutamente in linea con i grandi nomi del passato (Pugliatti, Falzea, De Stefano, Martines , Vincenzo  Silvestri e tanti altri illustri studiosi del diritto) e che ha annoverato due giudici costituzionali come Vincenzo Michele Trimarchi e Gaetano Silvestri
Il Rettore, a conclusione del suo intervento, ha annunciato due importanti novità che riguarderanno la Facoltà di Giurisprudenza: la prima, relativa alla Scuola di Specializzazione per le professionali legali, che nei prossimi mesi
avrà sede definitiva nei locali della Facoltà; la seconda, riguardante l’ex Biblioteca Regionale Universitaria, abbandonata da tempo e definita da Tomasello ”un rudere, un monumento al non fare, che sarà ristrutturata dall’Università di Messina, in sintonia con la Regione Siciliana e potrà così ridiventare  un vero e proprio polo giuridico-economico-politico-sociale per dare importanti contributi culturali e scientifici ai nostri studiosi e studenti, ed alla comunità messinese tutta“.
Il libro di Giacomo Pace Gravina, edito dalla casa editrice messinese GBM è stato presentato dal prof. Paolo Grossi,  Accademico dei Lincei e Giudice costituzionale.

Leave a Response