Messina. Intimidazione al magistrato Di Giorgio. Quattro bossoli di pistola lasciati accanto alla sua auto

MESSINA – Atto intimidatorio nei confronti del sostituto procuratore Vito Di Giorgio, magistrato della Dda di Messina. Sotto la casa del magistrato sulla Panoramica vicino alla sua auto sono stati trovati quattro bossoli di una pistola calibro 6,35. A Di Giorgio è stato assegnato immediatamente un servizio di sicurezza. Il magistrato ha svolto indagini su reati contro la pubblica amministrazione e nella lotta alla mafia. Di Giorgio ha condotto, fra l’altro, le indagini che hanno portato al sequestro dei beni per un valore complessivo di 500mila euro al presunto boss Pietro Nicola Mazzagatti.
Intanto, giungono le prime manifestazioni di solidarietà. “Esprimo profonda solidarietà per il grave atto intimidatorio subito dal sostituto procuratore della Dda di Messina, Vito Di Giorgio. Di Giorgio è un magistrato impegnato da anni, con competenza e coraggio, nella difficile battaglia quotidiana contro la mafia. In questo momento, ribadisco tutta la mia vicinanza e stima”. Lo ha affermato in una nota il senatore dell’Udc, Gianpiero D’Alia, capogruppo dello scudo crociato a Palazzo Madama e componente della Commissione parlamentare Antimafia.

Leave a Response