Pesca. Bando da 5 milioni di euro per ammodernare il settore

PALERMO –  Sarà pubblicato il prossimo 12 febbraio, sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana, il bando del dipartimento Pesca dell’assessorato regionale alle Risorse agricole e alimentari relativo ai Piani di gestione locali (misura 3.1- Azioni collettive). Il bando rende disponibili 5 milioni di euro per le annualità 2007-2010.
 Benefiviari dei contributi sono i consorzi di imprese di pesca e le organizzazioni di produttori (Op) riconosciute: potranno presentare progetti pluriennali, della durata massima di tre anni, destinati a una gestione sostenibile degli ambienti marini e alla tutela delle risorse ittiche.
  L’avvio dei Piani di gestione, ha spiegato l’assessore regionale alle Risorse agricole, Titti Bufardeci, “attiene a una seconda fase di programmazione del settore. L’obiettivo è ristrutturare attraverso i Piani l’intero segmento produttivo a partire dalle filiere, incentivando la costituzione di consorzi come modelli di sviluppo capaci di utilizzare in modo sinergico i benefici del programma operativo del Fep (Fondo europeo della Pesca). Il traguardo è ammodernare l’intero settore a livello locale e salvaguardare l’occupazione e il reddito dei pescatori”.
 “Con l’introduzione di sistemi di cogestione – ha aggiunto il dirigente generale del dipartimento, Gianmaria Sparma – la Regione mira a un uso responsabile delle risorse ittiche e del nostro mare, e alla conservazione delle pesche tradizionali locali attraverso la limitazione di uno sforzo di pesca massiccia che ha un impatto assolutamente negativo sotto il profilo economico e ambientale”.
 Sarà finanziato un solo Piano per  ognuna delle aree individuate dagli stessi piani presentati, con un contributo pubblico pari al 100% della spesa ammessa.
 La manifestazione d’interesse, per l’elaborazione dei Piani di gestione locali (Gpl) dovrà essere  presentata al  dipartimento entro 30 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta regionale. Se la scadenza coincide con un sabato o un giorno festivo, il termine slitterà al primo giorno utile lavorativo. Entro ulteriori 30 giorni dalla data di presentazione della manifestazione di interesse, l’amministrazione avvierà la fase istruttoria, al termine della quale sarà redatta la graduatoria che sarà pubblicata sulla Gazzetta  e sul sito internet del dipartimento regionale degli interventi per la Pesca.

Leave a Response