Taormina. Il nuovo Piano di propaganda turstica punta sulla valorizzazione del ”marchio” Sicilia

Giuseppe Monaco
TAORMINA- Sono due le direttrici principali su cui si basa il Piano di Propaganda Turistica 2010 messo a punto dall’assessore al ramo Nino Strano. Necessario è però che quanto deciso a tavolino diventi realtà in tempi brevissimi. La stagione turistica 2010, infatti, inizierà tra breve, in coincidenza, con le feste di Pasqua. Taormina, quindi, aspetta segnali ed indicazioni. Alla città non giovano le polemiche e gli scontri verbali che, recentemente, hanno visto protagonisti l’assessore Strano ed il sindaco di Taormina Mauro Passalacqua. Il progetto punta sulla valorizzazione del “marchio” Sicilia tenendo conto dei prodotti turistici tematici che sono in grado di rappresentare l’identità della regione: arte e cultura, turismo balneare, nautica da diporto, crocierismo,  vacanza attiva (cioè natura e sport), enogastronomia, turismo scolastico, Terme e Benessere. Strano, tra l’altro, ha inteso individuare una nuova tipologia di “utente”, sempre meno turista e più viaggiatore grazie anche alle evoluzioni del sistema Internet che ha messo a disposizione degli utenti una ricca massa di informazioni. Secondo il piano elaborato dall’assessore regionale al turismo la ‘comunicazione’ deve diventare mirata, cucita su misura del singolo turista. “Ma non si può tralasciare –ha sostenuto Strano- l’ampia fetta di mercato che attualmente si rivolge alle agenzie di viaggio che in Sicilia viene rappresentata da circa 1.300 strutture di cui almeno il 10% specializzate nell’incoming. Su questo tema, sarebbe necessario adeguare la vigente legislazione in materia di aiuti per potenziare l’attività di co-marketing con gli operatori anche utilizzando i fondi del Po-Fers 2007/2013”. Alla base della promo mozione e della commercializzazione dell’isola,in ogni caso, ci sono gli eventi. Tra questi, ci sono, ovviamente, quelli che Taormina Arte saprà realizzare già a partire dall’edizione 2010. A questo proposito, Strano intende realizzare il calendario unico dei grandi eventi della Sicilia. “In questa maniera –sostiene- si potrà lanciare in anticipo sulla stagione turistica il calendario delle manifestazioni e degli avvenimenti che si svolgono nelle località siciliane. “Per -dice Strano-  poter programmare attività mirate a valorizzare, anche e soprattutto, le risorse turistiche meno conosciute”. L’iniziativa dell’assessore si basa, perciò, sulla creazione di un vero e proprio protocollo d’intesa fra operatori turistici, operatori culturali e congressuali ed i Comuni con l’intento di avviare un processo di programmazione degli eventi culturali e congressuali, tramite un coordinamento redazionale che vedrà la Regione con regista principale.

Leave a Response