Letojanni. Nuovi parcheggi sulla sponda destra del torrente Leto, sopralluogo del sindaco e del Commissario del Cas

LETOJANNI – Il reperimento di nuovi posti auto a Letojanni si presenta come un imperativo categorico.  E proprio in questa direzione è rivolta l’attività dell’Amministrazione comunale, che non ha mancato, ultimamente, di compiere i dovuti sforzi per colmare dette lacune, prendendo al balzo le occasioni favorevoli. Una di queste è stata il recupero di una vasta superficie sulla sponda destra del torrente Leto, in località Baglio, di proprietà del Consorzio dell’Autostrada Messina-Catania, rimasta per lunghi anni in stato di completo abbandono. Una zona idonea per essere trasformata in parcheggio, per la quale è stata subito inoltrata istanza di concessione al Cas, al fine di poterne fare lo specifico uso. Ma la richiesta è rimasta, finora, inevasa: un motivo questo per reiterarne ulteriormente il rilascio. Sollecito, che, questa volta, il sindaco Gianni Mauro ha effettuato «de visu», nel corso di un incontro con il Commissario dell’azienda autostradale, arch. Matteo Zapparrata, tenutosi in Municipio alla presenza  dell’assessore ai Lavori pubblici, Cateno Ruggeri. La discussione in merito all’argomento si è conclusa con un sopralluogo sullo spazio in questione e l’impegno del nuovo responsabile del Cas di procedere al più presto al rilascio della concessione.
Nel prossimo periodo estivo, pertanto, il piazzale, che ha una capienza di oltre un centinaio di auto, potrà finalmente entrare in funzione, risolvendo in parte il problema della ricettività viaria e, nel contempo, quello del traffico cittadino.
E con esso dovrebbe (al riguardo il condizionale è d’obbligo) aprire i battenti il silos di via Fiumara, che, portato a termine già l’anno scorso, è rimasto inutilizzato per il mancato completamento del guardrail sulla piattaforma del primo piano, a causa della presenza di due tralicci dell’Enel che ne hanno ostacolato i lavori.
Restano poi da realizzare gli impianti d’illuminazione e antincendio.
Due opere, queste ultime, per la cui esecuzione non esistono problemi, mentre si aspetta ancora che l’Enel sposti i suoi pali.

Leave a Response