Taormina. Il “giallo” dei lavori di messa in sicurezza in via Crocifisso

TAORMINA – A proposito di lavori pubblici, a Taormina, c’è un giallo. Nessuno, infatti, ha, ancora, capito perché non sono iniziati i lavori per messa in sicurezza e ammodernamento di via Crocifisso, la strada che, da Villagonia nei pressi della stazione ferroviaria, porta all’ospedale, si collega alla viabilità per la parte alta della città e quella per Castelmola, il posteggio di Porta Catania e, quindi, al centro di Taormina. Per la sistemazione dell’importante via d’accesso è pronto il progetto e sono disponibili i fondi per l’esecuzione dei lavori. Tutto è definito da mesi, da prima che la sede stradale cominciasse a scivolare verso valle perché interessata da una serie di frane e smottamenti. Al momento il transito su via Crocifisso è interdetto, anzi dovrebbe esserlo. Ci sono le indicazioni ed i divieti di transito sistemati a cura del Comune ma le auto continuano a passare come se nulla fosse. Eppure, in almeno due punti, la sede stradale è “a rischio”: potrebbero verificarsi altri smottamenti tali da mettere in pericolo gli automobilisti. Ma di operai e mezzi meccanici nemmeno l’ombra. A leggere le cronache cittadine degli ultimi mesi parrebbe che i lavori stanno per essere avviati. “Inizieranno –secondo le notizie che arrivano da Palazzo dei Giurati- tra pochissimi giorni, quasi sicuramente lunedì”. Ma di quale mese e di quale anno? Ed è proprio questo l’interrogativo che nessuno riesce a  dirimere. Sul “giallo” si sono contrapposte, poco tempo fa, due ipotesi: “I lavori non iniziano perché non sono stati definiti gli espropri per acquisire i terreni necessari per allargare la sede stradale”. Questo è quanto hanno sostenuto recentemente i rappresentanti dell’opposizione consiliare. “Le cose non stanno così. Gli espropri sono stati chiusi”, hanno sostenuto i responsabili del Comune. Ed allora? Una spiegazione potrebbe essere trovata: pare che i tecnici comunali stiano lavorando su una variante al progetto. Palazzo dei Giurati vorrebbe, con i mezzi a disposizione, realizzare una bretella di collegamento con contrada Mastrissa, territorio con ampio potenziale di sviluppo, anche edilizio. Le cose stanno proprio così. Non si sa. Certo è che i lavori non sono iniziati. Forse inizieranno lunedì prossimo? Si vedrà.

Leave a Response