S. Teresa. Il Comune diffida le società sportive: “Riparate i danni negli spogliatoi del campo di calcio”

S. TERESA DI RIVA – L’amministrazione comunale passa dalle parole ai fatti. Non intende più pagare per ripristinare i danni agli impianti sportivi, campo di calcio e palestra, causati dagli atleti che ne usufruiscono ed evidenzia che si potrebbe giungere alla revoca delle autorizzazioni a disputare allenamenti e gare ufficiali. Di qui la lettera firmata dall’assessore allo Sport Gianandrea Agnoni e dal sindaco, Alberto Morabito, inviata ai presidenti delle squadre di calcio (Sportinsieme, Ciumaredda e Sparagonà), basket e pallavolo che operano a S. Teresa, in seguito ad un sopralluogo nelle due strutture sportive. Nonostante i soldi spesi per ripristinare gli spogliatoi lo scorso anno e all’inizio della nuova stagione, sono stati riscontrati ulteriori danni. In particolare alle porte. “In base all’articolo 10 del regolamento comunale che disciplina l’utilizzo degli impianti sportivi – ricordano nella missiva gli amministratori ai presidenti – le società hanno l’obbligo di ripristinare i danni causati ai beni concessi in uso”. Pertanto, gli stessi presidenti delle società sono stati “invitati a voler provvedere alla sostituzione della porta danneggiata entro 15 giorni”. L’eventuale inadempienza comporterà “l’immediata revoca delle autorizzazioni di utilizzo e la chiusura dell’impianto fino a quando lo stato dei luoghi non sarà ripristinato”.

Leave a Response