Roccalumera. A 30 anni dall’assassinio l’associazione “Amici di Onofrio Zappalà” ricorda Giorgio Ambrosoli

ROCCALUMERA – In un percorso di memoria, verità e giustizia, sulla strada della legalità, l’Associazione “Amici di Onofrio Zappalà – Per non Dimenticare”, aggiunge un altro importante tassello al puzzle dei ricordi, incontrando Umberto Ambrosoli, figlio di Giorgio Ambrosoli, per cinque anni commissario liquidatore della Banca Privata di Michele Sindona, ucciso a Milano da un killer la notte tra l’11 e il 12 Luglio 1979.
Una storia che si sviluppa in un sistema politico-finanziario corrotto e letale contro il quale lo stesso Ambrosoli lottò duramente, consapevole di essere ad alto rischio ma  fiero di sfruttare “un’occasione unica per fare qualcosa per il suo Paese”.
Ed è proprio il figlio Umberto con il suo libro “Qualunque cosa succeda”, a ripercorrere quegli anni raccontandoci del padre e del contesto in cui si sviluppò la sua vita ed il suo lavoro.
Un altro tassello, dicevamo, che l’Associazione Zappalà mette in programma nel 30° anniversario della strage di Bologna ed a sostegno di quel percorso di ricordo e memoria che ormai da diversi anni sottolinea un forte impegno, soprattutto verso le nuove generazioni, affinché possano essere gli artefici di un domani migliore.
Il 15 Gennaio 2009 Umberto Ambrosoli incontrerà alle ore 10,00, presso la palestra scolastica, gli studenti del Liceo Classico di S. Teresa di Riva, nell’ottica del Premio Zappalà 2010, che vedrà, nelle manifestazioni estive, l’assegnazione delle relative Borse di Studio riservate agli studenti degli Istituti Superiori di S. Teresa di Riva e Furci Siculo.
Mentre, sempre il venerdì 15 Gennaio alle ore 18,00, presso i locali dell’Antica Filanda, in Roccalumera, l’incontro pubblico, presentato in collaborazione con il Comune di Roccalumera, dove lo stesso Umberto Ambrosoli, parlando del suo libro e del padre, coglierà l’occasione per fare memoria su uno dei più tragici momenti storici degli ultimi decenni del secolo scorso, che aimè, molti di noi ricordano bene, avendolo vissuto in prima persona.
Ancora un ulteriore impegno, quindi, per questa Associazione che consolida la sua presenza sul nostro territorio e che coglie l’occasione per annunciare già da adesso, per il mese di Aprile, una giornata di grande impegno e partecipazione: “La Giornata della Legalità” che dovrebbe vedere partecipi tutte le scuole del comprensorio jonico, da S. Alessio Siculo ad Alì Terme, e che avrà la presenza dell’ex magistrato milanese Gherardo Colombo.

Leave a Response