S. Teresa. Sbloccato l’iter per il trasferimento di Pte e 118 nei nuovi locali

S. TERESA DI RIVA – Superata l’impasse che impediva il trasferimento del Pte (presidio territoriale d’emergenza) e del 118 nei locali al primo piano del nuovo palazzo municipale. Ad annunciarlo, è stato il presidente del Consiglio comunale, Carmelo Lenzo, il quale si è interessato della questione insieme al consigliere provinciale Matteo Francilia (entrambi dell’Udc-Centro con D’Alia). “Si è finalmente risolta una situazione incresciosa – spiega Lenzo – che si è trascinata già a lungo. I locali erano pronti da tempo – aggiunge – ma il Pte non poteva trasferirsi in quanto l’Azienda sanitaria doveva sanare una morosità che impediva all’Enel di allacciare l’energia elettrica. Pur di risolvere la questione eravamo pronti ad autotassarci, ma per fortuna non ce n’è stato bisogno”. Ieri sono stati installati i climatizzatori. Tutto è pronto. E tra qualche giorno il Pte e il 118 potranno lasciare l’attuale sede, che era stata ricavata al piano terra del vecchio palazzo municipale, che si affaccia sulla Statale 114. La nuova ubicazione garantisce una migliore logistica, considerato che vi saranno i parcheggi per le ambulanze e che i mezzi di soccorso partiranno per qualsiasi emergenza dal lungomare, evitando l’imbottigliamento inevitabile sulla via R. Margherita. Nelle stanze che attualmente ospitano la struttura sanitaria, sarà trasferito l’archivio storico del Comune. E ciò consentirà di liberare definitivamente i locali al primo piano del nuovo municipio che l’amministrazione santateresina ha messo a disposizione al liceo scientifico “Carmelo Caminiti”. Lì saranno ricavate tre aule, che consentiranno di alleviare i gravi disagi causati dal sovraffollamento delle aule ormai insufficienti che sorgono nel plesso di via Lungomare. Una volta sgomberate le stanze destinate al blasonato istituto scolastico santateresino, la Provincia regionale di Messina provvederà ad eseguire i lavori necessari per adeguarli alle vigenti normative. Il trasferimento del Pte, nei giorni scorsi era stato sollecitato anche dall’Unione dei Comuni delle valli joniche dei peloritani, attraverso una lettera che il consigliere Enzo Picciolo aveva inviato al presidente dell’Azienda sanitaria provinciale, Emanuela Giuffrida. Nella missiva veniva evidenziato che “i locali individuati sono gli unici disponibili che rispondono ai requisiti richiesti per la giusta collocazione del Pte”.

Leave a Response