Consegnati i “Nobel” taorminesi. Riconoscimenti alla memoria a Renzino Barbera e Chico Scimone

Mauro Romano

TAORMINA – Consegnati i “Nobel” taorminesi. Alla presenza del sindaco, Mauro Passalacqua e del presidente del Consiglio comunale, Eugenio Raneri, si è svolta le cerimonia del premio “Città di Taormina”. Il tutto è avvenuto nella basilica cattedrale, intitolata a S. Nicolò di Bari, durante il tradizionale concerto di Capodanno dell’orchestra a Plettro.
A ricevere i riconoscimenti costituiti da una “centuauressa” simbolo della città, statuetta ideata da Alvaro e Correnti, sono stati il cardiochirurgo Sasha Agati ed il cardiologo, esperto di emodinamica, Giuseppe Cinnirella. Le due “sentinelle del cuore” dei bimbi hanno effettuato missioni umanitarie in Madacascar nell’ambito dell'”Italian Cardiac Mission”. Un premio è andato alla memoria del poeta-scrittore-attore Renzino Barbera. Indimenticato personaggio non solo di Taormina, ma di tutta l’Italia. Il riconoscimento è stato consegnato all’inizio della serata alla moglie Greta, nota in città per la sua dolcezza e gentilezza. Il premio Città di Taormina è stato consegnato, inoltre, dal consigliere comunale, Salvo Cilona, al campione di “Lascia o Raddoppia” Ciccio Cipolla autore, tra l’altro, di un’apprezzata “Storia di Taormina” che attende da tempo una ristampa. La borsa di studio intitolata a “Flaviana Ferri” è stata consegnata ad Anastasia Klemm Lo Giudice. A dare il riconoscimento è stato il figlio di Flaviana, Alessio Briguglio.
Il “lingotto d’argento” della città, è andato, infine, ad Amelia Scimone, “sorellona” del mai dimenticato Chico, lo scalatore dei grattacieli. La Basilica, infine, è risultata troppo piccola per accogliere gli amanti della bella musica tanto che l’amministrazione comunale ha deciso di installare un mega schermo tv in piazza Duomo. Sul sagrato della Basilica si sono radunate numerose persone. Di fatto, l’esibizione del primo di gennaio, per la formazione musicale, può essere considerata la conclusione di un anno, il 2009, risultato estremamente ricco di successi, suggellato con l’assegnazione, anche al complesso musicale, del “Premio Taormina” e la istituzionalizzazione della collaborazione dell’Associazione musicale taorminese (che coordina l’Orchestra ed è presieduta da Elisabetta Monaco) con il Comune e dal potenziamento della scuola di musica dedicata ad aspiranti mandolinisti e chitarristi. L’orchestra a Plettro è attesa a una trasferta in Spagna alla quale parteciperanno numerosi musicisti taorminesi. La performance ha ottenuto, infine, un meritato successo di pubblico.

Leave a Response