Giampilieri. Giorgio Foti lascia l’assessorato regionale Agricoltura, ma continuerà il suo impegno professionale

Giorgio Foti lascia la Soat di Giampilieri Marina. Lascia così il prestigioso incarico dell’Assessorato regionale Agricoltura. E da Foti, riceviamo e pubblichiamo volentieri una nota:

” Ho avuto l’onore e l’orgoglio di rappresentare questa Amministrazione che mi ha consentito di mettere in atto un ruolo professionale sognato sin da ragazzino Ho avuto il piacere di operare nella Nostra Sicilia – sottolinea Foti – e nella mia terra natia; ho profuso ogni energia e speso ogni  idea disponibile, perseguendo i miei compiti istituzionali, in un ottica di ringraziamento verso una sorte benevola che ha voluto concedermi il privilegio di rimanere vicino ai miei affetti e le cose più care ed alla gente.
  Non ritengo in questo momento di formulare bilanci, ma sento forte la soddisfazione di essere riuscito a mantenere immutati nel tempo, il mio impegno e la mia passione.
Ringrazio sentitamente tutti i colleghi dell’Ufficio di Giampilieri Marina, delle altre SOAT e dell’Amministrazione centrale – dice Foti –  ringrazio tutti i sindaci e gli  amministratori dei Comuni e altre Istituzioni  di competenza territoriale; ringrazio tutti i docenti Universitari e i tecnici agronomi privati; ringrazio tutti gli Enti, i Consorzi, le organizzazioni e le associazione professionali agricole; ringrazio tutta la stampa, le emittenti Tv e radiofoniche, senza le quali sarebbe stata molto modesta l’azione di divulgazione,informazione e promozione svolta nel tempo;
 ringrazio particolarmente tutti gli operatori agricoli e le imprese che, a fronte di immensi sacrifici e rischi, mantengono ancora nelle campagne una presenza Umana attiva, garantendo sicurezza e qualità di vita per le Comunità, possibilità  commerciali, occupazionali e di sviluppo sul territorio; ringrazio tutti coloro che a vario titolo e motivo ho avuto modo di incontrare, collaborare e di scambiarci amicizia .
Lascio questo impegno Istituzionale, mentre considero inalterato quello personale – conclude Giorgio Foti -, verso questa terra  “ una delle più belle del mondo” che merita massima attenzione ed attaccamento. Saluto affettuosamente e Auguro che tutto il contesto colturale e culturale che ho cercato di difendere, valorizzare e tramandare, possa essere ancora un  patrimonio fruibile per tante altre generazioni future”.

All’amico Foti diciamo solo ”arrivederci”, a presto, perché sappiamo che il suo impegno professionale continuerà ancora per lungo tempo.

Leave a Response