S. Teresa. L’Unione dei Comuni sollecita all’Azienda sanitaria il trasferimento del Pte nei nuovi locali

S. TERESA DI RIVA – L’Unione dei Comuni delle Valli joniche ha sollecitato, con un atto ufficiale inviato all’Azienda sanitaria provinciale,  il trasferimento del Pte (presidio territoriale d’emergenza) nei nuovi locali, ricavati al piano terra del palazzo municipale e messi a disposizione dal Comune. Sono già pronti, ma il trasferimento continua a tardare. A farsi portavoce dell’esigenza, ormai improcrastinabile, è stato il consigliere Enzo Picciolo, attraverso una lettera inviata al presidente dell’Asp, Emanuele Giuffrida. Picciolo evidenzia che “il sito dove provvisoriamente era stato allestito i presidio (nel vecchio municipio), non era mai stato funzionale, ma ha comunque da sempre garantito l’assistenza alla popolazione”. Parla poi degli impegni della pubblica amministrazione per l’adeguamento dei nuovi locali e del trasferimento di uffici in altra struttura. I locali individuati sono gli unici disponibili che rispondono ai requisiti richiesti per la giusta collocazione del Pte.  “Infatti – conclude Picciolo – la nuova ubicazione del servizio in piazza Quinto reggimento Aosta (che si affaccia sul lungomare) ben risponde sia ai requisiti di assistenza al paziente in sede, quanto ai requisiti di viabilità, considerato che il Pte è anche postazione di ambulanza medicalizzata del Sues-118”.

Leave a Response