Taormina si prepara al pienone di Natale. Pronto il piano operativo della Polizia municipale

Giuseppe Monaco

TAORMINA – Il programma del Comune degli spettacoli d’intrattenimento per le feste di Natale e Fine Anno è stato reso noto. Il cartellone è stato affisso oggi sui muri della città. Meglio avevano fatto i padri Salesiani che, nel loro piccolo, hanno già alcuni giorni, fa diffuso il loro programma che comprende, oltre che riti religiosi, anche concerti e spettacoli teatrali. Per quanto riguarda il Comune, solo adesso, si sa che sono previsti un paio di appuntamenti di qualità. Per esempio, il  30 dicembre, sarà il Teatro Antico il magico palcoscenico per il concerto di un coro polifonico. Certo, anche, il tradizionale concerto di Capodanno affidato, ancora una volta, all’Orchestra a Plettro Città di Taormina diretta da Tonino Pellitteri. Lo spettacolo, per l’impraticabilità, del Palazzo dei Congressi, verrà organizzato, alle 19 del primo gennaio 2010, nella Basilica Cattedrale. Sempre il primo gennaio,  sarà la volta della gara di nuoto nella baia di Villagonia dopo la quale, alcune centinaia di atleti temerari si cimenteranno nella corsa podistica che li porterà a scalare il Monte Tauro sino a piazza IX. Si tratta di una manifestazione sportiva che va avanti da ben 37 anni. Il ritardo nella diffusione del calendario pare dovuto al fatto che l’amministrazione comunale non è riuscita a costruire il programma, particolarmente ricco e qualificato, in tempi rapidi. Peccato, perchè così non è riuscita a definire il tutto in tempo per avviare una pur se modesta campagna promozionale. Ormai, infatti, le feste sono alle porte ed i potenziali turisti di fine anno hanno già compiuto le loro scelte. Questo vuol dire che, con molta probabilità, le manifestazioni non riusciranno a dare ossigeno all’industria del turismo cittadina che, come reso noto dall’Azienda Soggiorno e Turismo, è arrivata a segnare, nel mese di novembre, un disarmante calo del 23 per cento. Un po’ più di coraggio ma, soprattutto, una maggiore disponibilità economica avrebbero, con molta probabilità, contribuito a frenare le perdite nel fatturato turistico. Difficile correre adesso ai ripari. Le manifestazioni saranno nel loro complesso, dedicate ai cittadini taorminesi ed a quanti, in ogni caso e malgrado tutto, sceglieranno la vecchia Taormina per trascorrere il fine anno. Ma quanti saranno i turisti? Difficile fare previsioni. Pare che negli alberghi, quest’anno, per le ferie di Natale, non si arriverà al tutto esaurito. Non mancheranno, a quanto pare i visitatori dato che il corpo di Polizia Municipale sta predisponendo un piano operativo che scatterà nei prossimi giorni per contenere il consueto afflusso di automobilisti. Qualcosa di meglio avverrà per il fine dell’anno. Da tenere in conto che, secondo la Federalberghi nazionale, tra il 28 dicembre ed il 2 gennaio del 2010 saranno almeno 5 milioni gli italiani che trascorreranno circa 3 notti fuori casa. Quanti, di questi turisti, riuscirà a richiamarne Taormina? Forse non molti. In misura tale da non coprire l’intera offerta. Qualcosa in più, probabilmente, si sarebbe potuto fare pubblicizzando, in maniera adeguata, il programma delle manifestazioni. Ed a proposito dei turisti stranieri? Ancora nessuna notizia. Dopo il 6 gennaio 2010 si faranno i conti.

Leave a Response