Domani a Messina la Carovana antimafie: incontro con don Ciotti e visita nei luoghi colpiti dall’alluvione

MESSINA – “Quale futuro per il territorio messinese dopo l’alluvione?”: nel segno di questo tema si conclude, per un’intera giornata – domani a Messina – la Carovana Antimafie con animazione, un’assemblea pubblica e un concerto. La manifestazione è stata organizzata da Arci Territoriale, Circolo Arci “Thomas Sankara”, Cesv, Cgil, Consulta comunale del volontariato, associazione “Telefono Amico” e Comitati degli sfollati, in collaborazione con l’associazione “7000”. Presenti tra gli altri don Luigi Ciotti, presidente di Libera, e il presidente dell’Arci Paolo Beni. Dalle 9.30, nell’isola pedonale di via dei Mille è in programma l’animazione per i bambini delle scuole della Riviera Jonica colpite dall’alluvione; intorno alle 12 una visita con i giornalisti nei luoghi del disastro e, alle 16.30, nella sala “Visconti” di Messina, un’Assemblea pubblica sulla situazione attuale del territorio messinese, sulla confisca dei beni alla mafia e su “quale futuro” sia possibile, dopo la recente tragedia. All’assemblea sono stati invitati anche il Presidente della Provincia di Messina, il Sindaco di Messina, i rappresentanti dei Comitati dei paesi colpiti dall’alluvione dello scorso ottobre e numerosi esponenti politici regionali e nazionali. La Carovana Antimafie si concluderà alle 21.30, in Piazza Immacolata di Marmo, con il concerto musicale del gruppo “Assalti Frontali”, dei 14 musicisti che hanno animato il Cd “Mani” (con un progetto di sostegno e di promozione sociale dopo l’alluvione) e con la partecipazione dell’associazione messinese “Machine Works”. Il ricavato di una raccolta fondi verrà destinato a progetti in favore degli alluvionati di Messina.

Leave a Response