Pagliara. Il premio nazionale di poesia ad Aristide Casucci e Paola Fedele. Riconoscimento per Anna Maria Sartori

PAGLIARA-  “Tra arte e natura, le bellezze del territorio jonico”. Su questo tema nasce la prima edizione del «Premio nazionale di poesia Tarc – Pagliara », definito per il grande prestigio e coinvolgimento culturale, “Il premio del territorio jonico”.   “118 poesie  – dichiara il presidente del premio Melina Scarcella, pervenute all’associazione  “Amici della natura – Tarc” da tutta Italia,   con l’obiettivo di  coinvolgere tutto il tessuto sociale e territoriale nella valorizzazione della  poesia che canta la natura e gli scorci più belli del territorio jonico”. La  cerimonia di premiazione  svoltasi nel “Centro Culturale”  di Pagliara alla presenza di un numeroso pubblico, del sindaco Santi Di Bella, dell’Assessore comunale alla cultura Loredana Spadaro, dell’assessore alla cultura della Provincia di  Messina Mario D’Agostino, dei consiglieri Provinciali Nino Muscarello, Matteo Francilia e di numerosi sindaci del comprensorio, è stata  condotta dal giornalista Carmelo Duro e dalla presidente dell’associazione Melina Scarcella. Ed ecco i  premiati per le due sezioni di lingua italiana e dialetto:  1°posto ai messinesi  Aristide Casucci per “Pianto di un emigrante” ex aequo  Paola Fedele per “Sentu”;
 2° posto, Andrea Gatto di Santa Teresa,  per “Nostos”(viaggio)- ex aequo Maria Teresa Brancato di Furci  per “Succu di Virdeddu”;
3°posto, Valentina Caminiti di Roccalumera, per “Respiri di Sale”  ex aequo  Gaetano Capuano di Milano per “Notti di San Larienzu”.
Nella graduatoria di merito sono state inoltre incluse le poesie dei poeti: Anna Maria Crisafulli Sartori di Messina per  “Voci”
Cateno Roberto Calabrò di Mongiuffi Melia per “Dal Mare”
Mario Pavone di Letojanni  per “Inverno al Baglio”
Giacomo Pantò di Alì terme per  “Rabbia di Tramontana”
 Irene Consonni di Santa Teresa  per “ Cuntadini”
Antonino Maria Parisi di Santa Teresa per “A Valli Jonica Du Nisi e di Paghiara.
La premiazione dichiara il presidente Melina Scarcella, avrebbe dovuto svolgersi lo scorso 2 ottobre all’interno della settimana della cultura, ma abbiamo deciso di rinviarla in segno di rispetto per la tragica alluvione di Scaletta e Giampilieri, in questa occasione, continua il presidente Scarcella, abbiamo voluto ricordare il tragico avvenimento istituendo il “Premio solidarietà”,  un riconoscimento speciale consegnato ad alcuni giovani volontari di Pagliara, dell’Istituto Superiore di Furci e del Liceo scientifico  “C  Caminiti” di Santa Teresa,  presi ad esempio, di tutti quei giovani  che si sono prodigati apportando il loro  aiuto e la loro solidarietà nelle zone colpite.  Durante la manifestazione è stato presentato  il libro «L’angelo nero» un omaggio al poeta di Pagliara, recentemente scomparso Giuseppe Altadonna.  Ad impreziosire la presentazione del libro fatta brillantemente dal Giornalista Carmelo Duro, la lettura di alcune poesie del poeta Altadonna, da parte degli attori Cinzia Muscolino e Tino Caspanello che hanno pure declamato le poesie vincitrici.  Numerosi  premi di riconoscimento della critica assegnate dall’associazione “Tarc” a 4 categorie di poesia così definita:  “Poesia come introspezione e sentimento”:
Aurora  Carbone di Pagliara per “Suoni e canti della natura” – 
Vladimir Di Prima di Zafferana Etnea per “Betulle dell’Etna”
Santo Trimarchi di S. Teresa per “Terra jonica”
Adriana Rinciari di Messina per “Jonio”
Rosetta Rifatto di S. Teresa per “Mari”
Agnese Ordente di Parma per “Sicilia”
Antonello Mastrojeni di Pagliara per “A Rocchiniri”
Rocco Fodale di Messina per “Pagliara”
Salvatore Barbagallo di Catania per “Terra e mare”
“Poesia come comunicazione” :
 Giuseppe Castorina di Messina per “’Appi a lassari ‘a me’ terra”

Leave a Response