Alì Terme, padre Severin Soratra trasferito nella parrocchia S. Maria del Tindari di Condrò

ALI’ TERME – Padre Severin Soratra ha lasciato, dopo nove mesi di permanenza, la parrocchia S. Rocco di Alì Terme. Il 42enne sacerdote proveniente dal Madagascar, in qualità di vicario, ha coadiuvato nella sua attività pastorale don Vincenzo D’Arrigo, titolare della parrocchia di Alì Terme e Alì Superiore. Padre Severin, sempre come vice parroco, è stato trasferito nella parrocchia S. Maria del Tindari di Condrò, nel versante tirrenico della provincia di Messina. La chiesa di Condrò è retta da don Fortunato De Luca, parroco anche in una chiesa di Barcellona Pozzo di Gotto. Padre Severin è nato ad in Madagascar il 21 luglio del 1967 ed è stato ordinato sacerdote, in Africa, l’8 settembre 2002. Il sacerdote malgascio è giunto in Sicilia, dalla lontana isola africana, per motivi di studio. Il religioso, infatti, frequenta all’Istituto teologico San Tommaso di Messina un corso di bioetica e sessuologia. A don Severin, al momento del commiato, sono andati gli auguri di un buon lavoro per il nuovo incarico affidatogli sia da parte del parroco di Alì Terme quanto dall’intera comunità religiosa. Nella cittadina jonica il sacerdote si era ben inserito ed era ben voluto dai fedeli. Anche grazie alle sue visite agli ammalati e alle famiglie, che hanno caratterizzato il suo impegno di vicario al fianco di padre D’Arrigo.

Leave a Response