S. Teresa. L’Unione dei Comuni jonici dice no al depotenziamento dell’ospedale S. Vincenzo

S. TERESA c.casp) – Anche il Consiglio dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche e dei Peloritani sarà chiamato a votare una mozione di indirizzo contro la paventata “chiusura del reparto di chirurgia generale” dell’ospedale S. Vincenzo di Taormina. Il documento è stato presentato dal consigliere Enzo Picciolo al presidente dell’assemblea, Romualdo Santoro. Il consesso è invitato a prendere atto che il nosocomio “rappresenta per tutta la popolazione un punto di riferimento in quanto qualificato centro di assistenza per le varie specialità presenti, grazie alle quali il paziente trova un completo percorso assistenziale, con una ridotta mobilità. Per questo – spiega Picciolo – siamo contrari a qualunque tipo di ridimensionamento dell’ospedale e, nello specifico, contro la chiusura del reparto di Chirurgia diretto dal prof. Morici, per  evitare di spogliare il nosocomio di una specialità necessaria ed insostituibile per l’assistenza alla popolazione”. Nel documento viene inoltre evidenziato che “l’obiettivo strategico per il territorio di riferimento su cui insiste l’ospedale (con forte vocazione territoriale in un contesto turistico di riferimento nazionale) è quello di mantenere le attuali specialità necessarie per assicurare i livelli essenziali di assistenza alla popolazione, nella considerazione che il presidio ha una vocazione generalista, al fine di evitare inutili migrazioni dei pazienti”.

Leave a Response