Taormina. La città si rifà il look in vista del Natale. In piazza IX Aprile il tradizionale abete

Giuseppe Monaco

TAORMINA – A Taormina è già Natale. Tecnici ed operai del Comune hanno quasi completato la sistemazione degli addobbi in tutto il centro storico. Impiantato, in piazza IX Aprile, anche il tradizionale abete. Pronte anche le luminarie che, per tutto il mese e sino all’Epifania 2010, renderanno più invitanti il Corso ed alcuni degli angoli più caratteristici della città. Insomma, tutto è quasi pronto. Non sono, invece, state allestite le vetrine degli esercizi commerciali. Ma, solo tra qualche giorno, anche i negozi si attrezzeranno. Natale è alle porte e, a quanto pare, Taormina, nel periodo delle feste di fine anno, si presenterà ai visitatori ed ai turisti con il suo volto migliore. Nulla di eccezionale, niente d’innovativo. E’ la tradizione a farla da padrone. Sinora, però, non è stato reso noto il calendario delle manifestazioni che serviranno a rendere gradevole il soggiorno di quanti sceglieranno Taormina per le loro ferie invernali. Il programma d’intrattenimento è allo studio dell’assessorato alla Cultura che, quest’anno, s’interesserà di movimentare il Natale. Sul calendario, sino ad oggi, non si nulla. La tradizione vuole che, in questo periodo, Taormina offra soprattutto musica. Secondo alcune indiscrezioni, pare che gli operatori turistici si siano dichiarati pronti a cooperare con il Comune. Perciò non ci saranno, (forse) solo le vetrine addobbate a festa. L’assessorato al Turismo avrebbe trovato la collaborazione di commercianti ed albergatori. Pure su questa parte del programma natalizio, però, sinora non si sa nulla. C’è, infine, attesa per quanto potrà e saprà organizzare il neo assessorato per i “grandi eventi”. Anche questa parte dell’amministrazione comunale, infatti, potrebbe partecipare alla realizzazione delle manifestazioni. Tutto qui. Anzi per meglio dire: non c’è nulla di concreto. Tranne gli addobbi. Forse, però, per quest’anno si è scelto di dedicare il periodo delle feste ai cittadini, ai taorminesi ai quali, se lo vorranno, si potranno accompagnare quanti verranno da fuori città. Di certo, non è ancora possibile avviare nessun tipo di promozione turistica. E questo non è certamente in sintonia con le necessità di una città la cui economia è, quasi per intero, basata sul turismo. Già da settimane, invece, le più importanti località turistiche italiane hanno avviato le loro campagne promozionali per le feste di fine anno.  Questo vuol dire che stanno già raccogliendo i frutti dei loro investimenti. Taormina (ma non solo) è in ritardo. Nessun programma è stato ufficializzato. La stessa osservazione vale per gli altri centri del comprensorio, vale a dire Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola. Non è, però, una novità. Si sta ripetendo un rituale vecchio di anni. Solo in qualche rara occasione, nel passato, Taormina ed il suo hinterland  sono riusciti a proporsi al mercato del turismo di fine anno con un certo anticipo in maniera tale da consentire ai potenziali “clienti” di valutare e scegliere tra le varie offerte. In ogni caso, gli albergatori, com’è tradizione e con i loro canali abituali, hanno di già pubblicizzato i loro pacchetti “Natale 2009”. Meglio sarebbe stato se avessero potuto allegare alle loro offerte i programmi delle manifestazioni.  Di fatto, non è così. Per certi versi (anche se nella realtà non è vero) sembra quasi che Palazzo dei Giurati e le associazioni degli operatori siano impegnate su tavoli diversi. Più efficace, invece, sarebbe mostrarsi sui mercati con una proposta unica. In ogni caso, di più se ne saprà tra qualche giorno. Intanto Natale sta arrivando. Mancano solo poche settimane.

Leave a Response