Casalvecchio. “Ragioniere sospeso”, la precisazione della Fp Cgil di Messina

Da Clara Crocè, segretaria generale della Funzione Pubblica della Cgil, riceviamo e pubblichiamo integralmente la seguente precisazione:

“Lo scorso 30 novembre, tramite un comunicato stampa, nella mia qualità di Segretaria Generale della Funzione Pubblica della Cgil di Messina, ho espresso solidarietà nei confronti di una funzionaria iscritta alla Cgil, alla quale era stato affidato l’incarico di ricoprire temporaneamente il ruolo di ragioniere del comune di Casalvecchio, dove sono in corso di svolgimento, da parte della magistratura, indagini tendenti all’accertamento di eventuali irregolarità. Secondo quanto mi era stato segnalato, infatti, dopo l’assunzione del predetto incarico, la stessa funzionaria era stata ripetutamente minacciata.
Nello stesso comunicato, ho scritto pure che l’affidamento dell’incarico  era avvenuto “dopo la sospensione del Ragioniere del comune di Casalvecchio perché indagato per presunte irregolarità nei conti del comune”. Dopo la pubblicazione del comunicato in questione, ho avuto modo di apprendere che tali notizie sono inesatte, perché il succitato ragioniere è stato destinatario non di un provvedimento di sospensione, ma bensì di revoca delle mansioni superiori; egli, inoltre, allo stato, non risulta rivestire la posizione di indagato.
Vi prego di dare il dovuto rilievo a questa mia rettifica e al  contempo confermo integralmente la solidarietà alla collega iscritta alla Cgil e l’impegno del sindacato da me rappresentato nella lotta per la difesa della legalità e dei diritti dei lavoratori”.

Leave a Response