MESSINA.. Workshop sui trasporti all’Università: autostrade del mare per decongestionare il traffico gommato

MESSINA – Un workshop sui “Trasporti marittimi e l’intermodalità nell’area del Mediterraneo” ha aperto ieri, nell’Aula Magna dell’Università, la Conferenza internazionale sulla ricerca in campo navale “Nav 2009”. Un incontro internazionale, da decenni punto di riferimento della ricerca nautica italiana e internazionale, giunto alla sedicesima edizione e organizzato dall’Associazione Italiana di Tecnica Navale. Il pomeriggio di lavori è stato presieduto dall’ing. Domenico Impagliazzo, Funzionario Centrale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Introduzione curata da Bruno Della Loggia, Presidente nazionale di Atena: «Messina ci ospita per la prima volta – ha detto – la sua è una storia millenaria profondamente legata al mare, alla navigazione e alla cantieristica». A fargli eco il Prorettore prof. Giuseppe Calabrò: «La nostra città, storicamente proiettata sul mare, ha sempre dato grande importanza al settore navale. Il convegno è un contributo scientifico di grande importanza per il nostro Ateneo, sede del corso di laurea triennale in Ingegneria Navale». Per Tommaso Affinita, Amministratore delegato della Rete Auotostrade Mediterranee, «le autostrade del mare sono un’importante alternativa al traffico gommato, un modo per decongestionare il sistema stradale che consente, tra l’altro, un risparmio energetico». Nel corso del convegno sono intervenuti anche Roberto Nanfitò, dell’Autorità Portuale di Catania, Francesco Di Sarcina, dell’Autorità Portuale di Messina, Giuseppe Vermiglio, ordinario di Diritto della Navigazione dell’Università di Messina, Vincenzo Franza, Amministratore delegato della Caronte&Tourist, e Ivo Blandina, Presidente di Confindustria Messina. Al termine della tavola rotonda è stata consegnata una targa di benemerenza al Commendatore Antonio Palumbo. L’evento scientifico proseguirà oggi nell’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria e si concluderà domani.

Leave a Response