“Ad Alì gli sfollati dell’alluvione”, l’arch. Marioni illustra a Tele90 il progetto da 1600 posti letto. Ma c’è il parere negativo dei sindaci di Messina e Scaletta

“Ad Alì gli sfollati di Scaletta Zanclea e Giampilieri”. Questa la proposta dell’arch. Paolo Marioni che ha illustrato a Tele90 il progetto che prevede la realizzazione nel centro collinare di un nucleo abitativo in grado di ospitare fino a 1600 alluvionati. “Non è una new town – ci ha detto l’arch. Marioni – ma l’unica soluzione possibile prima del rientro nelle loro abitazioni”. Il progetto, proprio in questi giorni, dopo un sopralluogo dei responsabili della Protezione civile, ha ricevuto anche i pareri positivi del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta e del capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, i quali hanno però demandato qualsiasi decisione in merito al presidente della Regione, Raffaele Lombardo, in qualità di commissario per l’emergenza post alluvione. Sull’ipotesi Alì pende però, al momento, il parere negativo dei sindaci di Messina e Scaletta Zanclea, che ritengono la zona in questione non adatta alle esigenze della popolazione.

NEL TG90 DI OGGI, 19 NOVEMBRE, AMPIA INTERVISTA ALL’ARCH. MARIONI

Leave a Response