Nizza di Sicilia. Dal 3 al 9 dicembre gemellaggio con il comune lettone di Priekuli

NIZZA DI SICILIA – II Comune di Nizza di Sicilia sarà sede, dal 3 al 9 dicembre, dell’evento europeo di gemellaggio “Lo scambio dei saperi: un viaggio tra la storia, la cultura e l’Integrazione europea”. L’incontro, della durata di sette giorni, rientra all’interno di un progetto di carattere internazionale, promosso dal comune jonico con il comune lettone di Priekuli, nell’ambito del Programma comunitario «Europa per i cittadini», e che vede il supporto di eConsulenza, Agenzia di europrogettazione di Torino, nella veste di Beatrice Briguglio, progettista comunitaria e referente di eConsulenza sul territorio.
La manifestazione prevede un programma di incontri, visite e scambi, che si concretizzerà il 5 dicembre, all’auditorium comunale, con il seminario europeo di gemellaggio e la firma del Patto di fratellanza tra Nizza di Sicilia e Priekuli. Saranno invitate le rappresentanze istituzionali della Provincia di Messina, della sede della Commissione Europea in Italia, nonché dei 2 Comuni partecipanti al progetto, rappresentati da Giuseppe Di Tommaso – sindaco di Nizza di Sicilia e Mara Juzupa – sindaco di Priekuli (Lettonia).
In occasione di questo incontro, si terrà un dibattito durante il quale verranno discusse tematiche attuali e di notevole interesse europeo, focalizzate sull’Anno Europeo della Creatività e dell’Innovazione, sulla cittadinanza europea Attiva e sulle opportunità di finanziamento concesse dall’Unione Europea a favore dello sviluppo delle singole municipalità.
Giuseppe Di Tommaso, sindaco di Nizza di Sicilia, sostiene: “Questo progetto rappresenta un’importante opportunità di crescita umana e culturale a tutti i livelli della società. Nizza di Sicilia con un’azione concreta e innovativa, pone le basi per una collaborazione duratura con un Paese di nuova adesione all’Ue in nome della fratellanza fra i Popoli”.
Durante il Seminario, vi sarà l’occasione per conoscere le nuove opportunità del Programma 2007-2013 “Europa per i Cittadini”. Complessivamente, si punterà l’attenzione su tematiche Europee quali la promozione della cittadinanza attiva e della creatività e innovazione. Dal titolo del progetto “Lo scambio dei saperi: Un Viaggio tra la Storia, la Cultura e l’Integrazione Europea” si evince quella che è la priorità intesa dalle due municipalità coinvolte: le attività dell’Anno europeo dovrebbero essere anzitutto dirette ad instaurare un ambiente propizio alla creatività e all’innovazione e a fare di tali questioni una priorità politica di lunga durata. Ad esempio, sarebbe opportuno privilegiare l’insegnamento e la veicolazione di materie quali la matematica, le scienze, l’informatica e le Ict. Occorre “attirare” l’attenzione sulla creatività attraverso un maggiore utilizzo degli strumenti della società dell’informazione.

Leave a Response