Ponte, Buzzanca incontra l’amministratore delegato della “Stretto di Messina” Pietro Ciucci

MESSINA – Confronto programmato stamani a palazzo Zanca tra il sindaco di Messina e l’amministratore delegato della Stretto di Messina Spa, Pietro Ciucci, sulle questioni connesse alla realizzazione dell’attraversamento stabile ed anche per la realizzazione degli svincoli di Giostra ed Annunziata, anche per la veste di presidente dell’Anas, che Ciucci ha. Alla riunione ha partecipato il vicepresidente vicario dell’Assemblea regionale, on. Santi Formica e l’ing. Pier Francesco Savoia dirigente del compartimento Anas di Catania. L’amministratore della Stretto di Messina ha confermato l’avvio dei lavori della prima opera dei lavori del Ponte sullo Stretto con lo spostamento della linea FS a Cannitello, a Villa San Giovanni che partirà dicembre. Nei primi mesi 2010 toccherà alla sponda messinese, in raccordo con gli enti locali interessati, Comune e Provincia, per la progettazione e il collocamento della linea stradale di collegamento con Torre Faro. In questo quadro con il sindaco Buzzanca sono stati anche esaminati gli aspetti legati alla realizzazione degli svincoli di Giostra Annunziata e soprattutto alla progettazione della cosiddetta seconda canna di collegamento agli svincoli. Buzzanca ha inoltre richiesto un rapido riscontro delle autorizzazioni per l’avvio dei lavori di messa in sicurezza della rampa di accesso all’autostrada dallo svincolo di Boccetta. I temi saranno ulteriormente approfonditi in una nuova riunione che si farà il prossimo mese con tutti gli enti interessati per “l’opera colossale, nel suo complesso, con un progetto valutato intorno a 6 miliardi di euro, un terzo dei quali per opere a terra che si possono anticipare mentre va avanti la progettazione dell’opera principale, ha spiegato l’Ad della società che Anas controlla con l’81,8 per cento, Rete Ferroviaria Italiana con il 13 per cento, e le Regioni Calabria e Sicilia con il 2,6 per cento ciascuno. Augurandosi che tutte le procedure «marcino in modo rapido», Ciucci ha spiegato come il progetto del ponte sullo Stretto è ripartito con un nuovo accordo che vede nel ruolo di general contractor Eurolink e la società Usa specializzata nei grandi ponti sospesi Parsons Transportation. Due realtà, rileva Ciucci, che rappresentano le migliori esperienze italiane e internazionali acquisite nella realizzazione dei ponti più lunghi nel mondo e in Europa. Partner dell’affare anche le italiane Condotte d’Acqua, C.M.C. di Ravenna, la A.C.I. Consorzio Stabile e la giapponese Ishikawajima-Harima Heavy Industries CO Ltd. Incaricati della progettazione sono la Cowi A/S (Danimarca) Buckland & Taylor Ltd. (Canada) Sund & Baelt A/S (Danimarca). La statunitense Parson Transportation è incaricata, invece, del controllo e della verifica della progettazione definitiva e della realizzazione del Ponte.

Leave a Response