Iniziative pro-alluvionati, anche l’Anci sosterrà le popolazioni colpite. Congresso nazionale approva Odg

Continua la mobilitazione nei confronti delle popolazioni colpite dalla tragica alluvione del 1° ottobre. Anche l’Anci, l’Associazione nazionale Comuni italiani, con un ordine del giorno approvato al termine del recente appuntamento congressuale di Torino ha dato mandato al presidente Sergio Chiamparino (sindaco di Torino) di “predisporre tutte le azioni necessarie a sostegno delle amministrazioni colpite e di sostenere le iniziative dell’Anci Sicilia”. L’Odg, inoltre, impegna l’Anci – che ha già ufficialmente espresso solidarietà alle popolazioni colpite – ad intervenire presso le sedi competenti affinché l’opera di ricostruzione possa avvenire nei tempi più rapidi e con l’impiego delle risorse necessarie. Primi firmatari della proposta sono i consiglieri comunali di Nizza di Sicilia, Giacomo D’Arrigo, e Messina, Emilia Barrile. I due rappresenteranno Messina e la Sicilia negli organi dirigenziali dell’Anci. La Barrile è stata infatti eletta nel Consiglio Nazionale, D’Arrigo, come da noi anticipato nell’edizione di ieri, è stato nominato nell’Ufficio di Presidenza nazionale.
In occasione del XXVI congresso, i due amministratori messinesi hanno avuto modo di far conoscere le problematiche del territorio siciliano e della provincia di Messina nel dettaglio. Con particolare attenzione alle problematiche legate all’alluvione dei giorni scorsi, ai problemi del territorio e alle fortissime difficoltà presenti nei comuni di Messina, Scaletta Zanclea e Itala, oltre a quelli di tutto l’hinterland. D’Arrigo e Barrile hanno chiesto con forza che l’Anci si attivi, per quanto di propria competenza, per intervenire e per sollecitare le istituzioni ad un intervento rapido.
L’Odg in questione, che è stato firmato da un numero altissimo di sindaci, è stato tra i tre votati all’unanimità dall’assemblea nazionale. Nei prossimi giorni verranno formulate al Governo alcune specifiche richieste.

Leave a Response