Unione del Nisi da questa sera operativa con la firma dell’atto costitutivo. Il 26 ottobre l’insediamento del Consiglio

FIUMEDINISI – Superata l’impasse, l’Unione dei Comuni della Valle del Nisi-area delle Terme, entra nella fase operativa. Questa sera alle 20, nell’aula consiliare di Fiumedinisi, sarà sottoscritto l’atto costitutivo del nuovo Ente. Contestualmente si insedierà la Giunta. Alla cerimonia saranno presenti i consiglieri e gli assessori dei tre Comuni consorziati: Fiumedinisi, Alì Terme e Nizza di Sicilia. All’appello manca Alì superiore, il cui ingresso è stato reso impossibile dalla crisi in seno al civico consesso (il sindaco Carmelo Satta si è ritrovato senza maggioranza), che ha impedito l’approvazione dello Statuto e quindi l’adesione. Il sì dei rimanenti Comuni è giunto al termine di un iter laborioso, nel corso del quale non è mancato lo scontro dialettico, a tratti anche aspro. Il primo Consiglio comunale ad approvare la Carta fondamentale dell’Unione è stato quello di Fiumedinisi, il 15 settembre scorso. Quattro giorni dopo è giunto il via libera di Nizza di Sicilia e il 28 settembre anche il sì di Alì Terme. Le rispettive minoranze hanno preso le distanze. Nei giorni scorsi i sindaci dei tre paesi, Cateno De Luca (Fiumedinisi), Giuseppe Di Tommaso (Nizza) e Lorenzo Grasso (Alì Terme) si sono incontrati per definire il completamento dell’iter costitutivo Ente. I primi cittadini hanno già individuato una priorità: la definizione delle strategie di sviluppo locale del costituendo Gal. Ma per cominciare a parlarne in modo concreto bisogna mettere in moto la macchina amministrativa dell’Unione. Cosa che avverrà questa sera con la firma dell’atto costitutivo dell’Unione e il varo del governo del nuovo consorzio di Comuni. Il prossimo 26 ottobre alle 19, invece, sempre nell’aula consiliare del Comune di Fiumedinisi, è previsto l’insediamento di un altro organo fondamentale dell’Unione: il Consiglio. Solo allora sarà possibile avviare i provvedimenti deliberativi e la strategia di sviluppo locale del Gal “Peloritani, terre dei miti e delle bellezze”. “Il tempo delle polemiche e dell’ostruzionismo è finito – dichiarano all’unisono i sindaci Cateno De Luca, Lorenzo Grasso e Giuseppe Di Tommaso – da questo momento in avanti non resta che dedicarsi con profonda convinzione al perseguimento degli obiettivi che l’Unione dei Comuni della Valle del Nisi e dell’area delle Terme si propone, guardando con ottimismo allo sviluppo del territorio”.

Leave a Response