Messina. L’inferno di fango e I NOSTRI EROI D’ARGILLA… una sera diversa, è buio di tempesta, cuori che battono all’impazzata

Riceviamo e pubblichiamo.

EROI D’ARGILLA

 Una sera diversa

è buio di tempesta,

cuori che battono all’impazzata

non si vede nemmeno la strada

e l’anima si sente persa ….

Dannata !

 

Un fragore tuonante …..

si è al sicuro dentro le case

ma il monte tanto amato cade,

travolti dall’ immensa terra

si consuma l’ennesima tragedia.

 

Le stesse persone che hanno urlato e denunciato

due anni fa (o cinquant’anni fa)

di non voler morire così…

adesso non ci son più.

 

Si sono spente le speranze

durante questa notte di fango,

dimenticati dalla nazione

abbiam subito quest’altra punizione…

promesse…. sempre promesse

e dalla vergogna siam stati sommersi.

 

Vite spezzate,

crudelmente assassinate non certo dalla natura,

ma da persone con abiti di gran fattura

che con il nostro sangue han fatto la loro fortuna .

 

Non si ha voglia di tacere….

la nostra forza ormai traballa

mentre ancora vengono estratti ad uno ad uno

i nostri Eroi d’argilla.

 

Due fratelli trovati abbracciati in un ultimo

addio silenzioso …

un uomo che rientrava a casa dopo un giorno di lavoro,

madri…padri….figli…amici…

Famiglie smembrate ed il dolore che aumenta di ora

in ora….

senza pace…..

senza sosta….

senza riposo.

 Fantasmi che s’aggirano ancora increduli

guardando le macerie

e si cerca conforto nelle preghiere……

tutto è andato perso,

ma dove vige la coscienza del disonesto

che si giustifica con far lesto?

 

Mentre tu…..Eroe d’argilla

per aiutare chi in pericolo si trovava,

hai dato l’ultimo addio alla tua amata,

riposando per sempre……

insieme a quella bimba non salvata.

 

Oh….terra….terra mia…..

restituisci i corpi sepolti lungo questa via.

Oh…. mare….. mare mio……

falli riemergere dall’oblio…

Migliaia di voci

urlano lo strazio di quest’agonia

e per il perdono

in quest’istante

non v’è spazio.

 

Annette

(Anna Centi- Nizza di Sicilia – Messina)

Leave a Response