Taormina. L’ospedale ”S. Vincenzo” all’avanguardia nel settore della stimolazione del cuore

Mauro Romano

TAORMINA – Il presidio ospedaliero “S.Vincenzo” all’avanguardia anche nel settore della stimolazione del cuore. In effetti il centro cardiologico di contrada “Sirina” è diventato negli anni tra i centri più importanti nel settore delle patologie che possono colpire quanti hanno impiantato da anni i pacemaker. Numerosi sono gli interventi di espianto e reimpianto degli stimolatori di vario genere che si svolgono nella struttura di contrada Sirina ogni anno. Adesso tale e così specialistica attività sarà oggetto, sabato mattina, presso il “Grand  hotel Miramare” di un incontro organizzato dall’”Associazione italiana Aritmologia e Cardiostimolazione”. Il tema dell’incontro che guarda a questa importante attività  sarà, appunto, “La gestione  del paziente portatore di Pm permanente eo defibrillatore impiantabile (Icd), tra ospedale e territorio”. L’iniziativa è rivolta a tutti i medici  di: Medicina generale, Medicina d’Urgenza, Pronto soccorso, Operatori del 118, Cardiologi territoriali ed Ospedalieri. Il momento di studio organizzato dall’Aiac della provincia di Messina, di cui è responsabile locale il noto cardiologo, Giuseppe Calcagna,  in collaborazione scientifica con la  Divisione di Cardiologia dell’ Ospedale S.Vincenzo di Taormina ha lo scopo di favorire la gestione del rapporto medico-paziente in tutte le più comuni patologie del  ritmo cardiaco alla luce delle nuove conoscenze e dei moderni supporti terapeutici . Nel corso dei lavori verranno  trattatati  tutti gli argomenti specialistici ,  accompagnati ad immagini fotografiche eo videoproiezioni. Particolare spazio verrà dato anche all’esperienza del S.Vincenzo che anche in questo particolarissimo settore. Molta attenzione verrà riposta alle indicazioni e tecniche d’impianto del Pacemaker e dell’ Icd alle  possibili complicanze acute e tardive, dal trattamento farmacologico acuto e cronico della fibrillazione striale, al non farmacologico mediante le  moderne tecniche. Ad essere atteso all’iniziativa anche il sindaco, Mauro Passalacqua, anche nelle sue funzioni di medico del presidio ospedaliero. Non bisogna dimenticare, infine, che proprio Calvagna, ha preparato, tempo addietro, lo scomparso atleta Chico Scimone, per le sue ultime scalate dell’Empire State Building di New York.

Leave a Response