Messina. Il sindaco Buzzanca: ”Al giovane Simone Neri va attribuita un’onorifecena dello Stato”. Prima di perdere la vita ha salvato otto persone

MESSINA – A Simone Neri, il giovane sottocapo, in forza al Distaccamento Marina Militare di Messina che ha perso la vita a Giampilieri, dopo aver salvato otto persone dalla furia del fango, va attribuita un’onorificenza dello Stato. Lo ha evidenziato stamani il sindaco di Messina, Giuseppe Buzzanca, con una lettera inviata alla Presidenza della Repubblica, nella quale ha rivolto l’appello al Capo dello Stato, interpretando il desiderio dell’intera città ed “i sentimenti popolari verso coloro che si sono distinti per senso di appartenenza, solidarietà ed altruismo, tanto da porre a rischio la propria vita in favore degli altri”. Il riconoscimento a Simone Neri che proprio il prossimo 15 ottobre avrebbe compiuto 30 anni, sarebbe – ha sottolineato il sindaco di Messina – un doveroso attestato “quale segno di gratitudine ad un uomo interprete di alte qualità morali e civili che questa comunità sa esprimere”.

Leave a Response