Alluvione. Sul posto anche l’Esercito con 100 militari, 18 mezzi e 4 elicotteri

GIAMPILIERI (Messina) – Il Comando delle Forze Operative Terrestri dell’Esercito ha disposto l’intervento delle sue unità per soccorrere la popolazione civile e procedere alla ricerca dei dispersi. L’intervento ha avuto avvio nella tarda serata del 1 ottobre con i primi nuclei da ricognizione dei reparti di stanza a Messina e Palermo.
Al momento sono all’opera un centinaio di militari con 18 mezzi di vario tipo (mezzi per movimento terra e mezzi di trasporto) e 4 elicotteri. Le squadre di soccorso dell’esercito sono fornite dal 24° reggimento artiglieria terrestre di Messina, dal 5° reggimento fanteria di Messina, dal 4° reggimento genio guastatori di Palermo mentre gli elicotteri impegnati provengono dalle basi dell’esercito di Lamezia Terme e Viterbo.
Subito al lavoro gli specialisti della storica “Grande Unità” dell’Esercito Italiano, i quali stanno conducendo tutte le attività ritenute necessarie sia per il ripristino della viabilità che l’opera di soccorso alla popolazione locale gravemente colpita dal violento nubifragio e dal conseguente dissesto idrogeologico.

Leave a Response