Tagli Rfi, la Sicilia dal prossimo anno rischia di rimanere ”isolata”. L’associazione Messina Futura annuncia la mobilitazione

MESSINA – L’associazione di impegno civile Messina Futura, considerato il piano d’esercizio di Trenitalia che, a partire dal 2010, cancella tutti i treni a lunga percorrenza che collegano la Sicilia al resto del Paese e preso atto che il detto piano, presentato lo scorso 29 luglio ai sindacati dalla Divisione passeggeri e pubblicizzato dagli organi di stampa, non è stato ad oggi né ritirato né modificato, intende inviare una lettera aperta alle istituzioni pubbliche affinchè il Ministero dei Trasporti effettui le dovute pressioni sul Gruppo FS per una totale revisione di quanto previsto. Posto che la decisione di Trenitalia viola il principio costituzionale alla mobilità di tutti i residenti siciliani, oltre a essere in aperto contrasto con il principio della continuità territoriale assicurato viceversa nel resto del Paese, Messina Futura evidenzia altresì le inevitabili e gravi conseguenze sul piano occupazionale stante la soppressione, accanto ai treni a lunga percorrenza, di stazioni, uffici collegati e soprattutto dei servizi navali sullo Stretto di Messina. Il sodalizio, nel riservarsi un’azione capillare di mobilitazione nei prossimi mesi, invita i cittadini a sottoscrivere la lettera aperta presso gli esercizi pubblici che hanno aderito a questa iniziativa.

Leave a Response