Danni maltempo, i consiglieri provinciali del Mpa e dell’Udc chiedono la convocazione straordinaria del Consiglio

MESSINA – Quattro consiglieri provinciali dell’Udc e del Mpa, hanno chiesto la convocazione del Consiglio rovinciale per la trattazione dei danni provocati dall’uvione del 16 settembre nel versante nella provincia di Messina. In un comunicato stampa Roberto Cerreti (capo Gruppo MPA), Matteo Francilia (UDC – D’Alia), Roberto Gulotta(MPA) e Antonino Muscarello (UDC – D’Alia), rilevano che stante ”stante la grave situazione di emergenza ambientale in cui versa il territorio provinciale messinese delle zone jonica e tirrenica a seguito del maltempo del 16 Settembre, che ha provocato ingenti danno a numerose strade provinciali danneggiate e che a tutt’oggi portano le comunità della zona jonica, oltre che diversi della zona tirrenica tra cui Gioiosa Marea, a rischiare l’isolamento con i maggiori centri, e quindi con le strutture ospedaliere;
che il territorio della provincia di Messina è già stato fortemente compromesso dagli eventi alluvionali del  dicembre 2008 e del Gennaio 2009”, ricordano la richiesta inoltrata al dirigente del settore difesa suolo e protezione civile della Provincia Regionale di Messina e al Presidente della Provincia regionale di Messina, per ottenere provvedimenti urgenti ed immediati da parte della Protezione civile, al Conforzio autostrade e all’Anas”. I consiglieri ricordano poi ”il pericolo imminente per l’arrivo della stagione invernale, considerato lo stato di precaria manutenzione delle strade sottoposte alla gestione dell’Anas e di quelle gestite dalla Provincia e chiedono la convocazione straordinaria del Consiglio Provinciale di Messina per discutere l’argomento in oggetto, con annessa le convocazioni del Presidente, dell’Assessore ai lavori pubblici, dell’Assessore al Territorio della Provincia regionale di Messina, del responsabile regionale dell’ANAS, del Commissario del C.A.S. e di tutti i sindaci dei comuni colpiti dagli eventi alluvionali del 16 Settembre 2009”

 

Leave a Response