Furci. Bilancio, il commissario diffida i consiglieri: entro il 30 l’approvazione

Carmelo Caspanello

FURCI SICULO – E’ durata tre ore la prima “missione” del Commissario ad acta inviato dalla Regione per la mancata approvazione del Bilancio di previsione per l’anno 2009. Il funzionario palermitano, Carlo Turriciano, nel giorno dell’insediamento ha incontrato il sindaco, Bruno Parisi, il ragioniere Paolo Saglimbeni, l’assessore al Bilancio Francesco Di Bella e la segretaria comunale Giuseppina Minissale. Del suo arrivo era stato informato anche il presidente del Consiglio, Sebastiano Foti, che però non si è presentato all’appuntamento. Il commissario è giunto con notevole ritardo in quanto ha sostituito un funzionario precedentemente nominato, che si sarebbe dovuto insediare i primi giorni dello scorso mese di agosto ed ha rinunciato. Dopo aver preso visione dei documenti, Turriciano ha “diffidato il presidente del Consiglio a convocare entro il 25 settembre prossimo il civico consesso con all’ordine del giorno il Bilancio di previsione e il Pluriennale 2009-2011”. Turriciano, inoltre, ha “diffidato tutti i consiglieri a voler procedere alla relativa approvazione dello strumento finanziario entro il 30 settembre prossimo”. Segue un’avvertenza: “Decorso infruttuosamente il termine assegnato” ad approvare il Bilancio “vi provvederà il commissario in via sostitutiva con il conseguente avvio delle procedure relative all’applicazione delle sanzioni della sospensione del Consiglio e del successivo scioglimento”. Il sindaco, Bruno Parisi, ha illustrato “le difficoltà economiche derivate dalla mancata approvazione del Bilancio. La mia impressione – ha sostenuto – è che vi siano stati atteggiamenti ostruzionistici nei confronti dell’esecutivo”. Va evidenziato che il riferimento è alla maggioranza consiliare, contraria al primo cittadino. Parisi ha poi ricordato che “al momento dell’insediamento della nuova amministrazione, un anno e tre mesi addietro, le casse del Comune erano vuote. L’estate scorsa abbiamo ripercorso gli stessi disagi della… ‘calda’ stagione che l’ha preceduta. Ciò nonostante, a costo zero, e con ordinanze per lavori urgenti, abbiamo garantito gli stessi servizi degli ultimi lustri. Per quanto riguarda la pulizia e la manutenzione hanno provveduto e continuano a farlo i nostri operai. Mentre per le manifestazioni estive abbiamo ricevuto un importante aiuto dalla Provincia”.

Leave a Response