Mongiuffi Melia. Danni maltempo, chiesto dal Consiglio lo Stato di calaminità naturale

MONGIUFFI MELIA – Si è tenuto il consiglio comunale convocato in seduta urgente in seguito ai danni provocati mercoledì dal maltempo. Prima di dare inizio ai lavori il presidente del Consiglio, Elisa Lo Giudice, ha ricordato i 6 militari italiani rimasti vittima del vile attentato terroristico a Kabul, ed ha chiesto a tutti i presenti di osservare un minuto di silenzio “in memoria di questi giovani connazionali, di eroi che hanno sacrificato la loro vita in nome della libertà umana e civile”.
Dopo la lettura ed approvazione dei verbali della seduta precedente è stato affrontato il secondo argomento all’ordine del giorno: “Richiesta stato di calamità naturale per i danni alluvionali del 16 settembre 2009”. Durante la discussione è stata letta anche una relazione del dirigente dell’area tecnica e del responsabile del servizio di Polizia Municipale, relazione con cui sono stati illustrati i danni verificatisi sul territorio comunale a seguito del nubifragio. Il sindaco è poi intervenuto relazionando sulle richieste di intervento presentate al comune da parte dei privati che hanno subìto danni e sulle ordinanze sindacali emesse per far fronte tempestivamente alle situazioni di pericolo createsi nel territorio. Il sindaco ha inoltre riferito che giovedi 17 settembre è stato fatto un sopralluogo da parte del responsabile dell’Ufficio Tecnico del comune, del Genio Civile e dei tecnici della provincia, i quali hanno constatato l’effettivo stato di emergenza che esiste sul territorio di Mongiuffi Melia.
Il capogruppo di maggioranza Giovanni Curcuruto ha poi ringraziato l’amministrazione comunale per la tempestività con cui è stato affrontato il problema, auspicando che i lavori di messa in sicurezza e di ripristino del territorio possano essere presto completati. D’accordo con il capogruppo si è detto anche il consigliere Carmelo Santoro, il quale ha altresì chiesto al sindaco la convocazione di una conferenza di servizio con i tecnici provinciali affinché venga nuovamente attenzionato il problema della raccolta delle acque piovane nel centro abitato di Mongiuffi e lungo la strada provinciale che porta a Letojanni. La proposta è stata infine approvata con voto unanime.

Leave a Response