Furci Siculo. Bilancio e fognature i nodi di fine estate dell’amministrazione comunale

FURCI SICULO – I lavori urgenti alla rete fognante e l’approvazione del Bilancio di previsione (per il quale è ancora atteso l’arrivo del commissario inviato dalla Regione) rappresentano le emergenze di fine estate dell’amministrazione comunale. Il sindaco, Bruno Parisi, ha firmato un’ordinanza con la quale impegna 32mila euro per interventi alla condotta fognaria. Bisognerà sostituire il motore di sollevamento, ormai usurato, che spinge i liquami della cittadina jonica fino all’impianto di depurazione che serve anche i paesi di Pagliara e Roccalumera e che sorge alla periferia sud di quest’ultimo comune. Contestualmente l’ordinanza del primo cittadino furcese prevede la pulitura della vasca di raccolta dei liquami, posizionata nelle adiacenze della passerella che congiunge i lungomare di Furci e Roccalumera. I lavori di pulitura inizieranno nei prossimi giorni, mentre per la posa del nuovo motore bisognerà attendere almeno un paio di settimane. “Grazie a questi interventi – spiega il sindaco Parisi – non si dovrebbero registrare più riversamenti di liquami in spiaggia, causa di odori nauseabondi, che tanti disagi hanno causato nel corso dell’estate a residenti e vacanzieri”. Il primo cittadino ha anche firmato un’ordinanza di proroga di altri dieci giorni della chiusura di via Calatafimi, un’arteria che collega la Statale 114 al Lungomare alla periferia sud del paese dove si registra un innesto di acque bianche nella rete fognante, che esplode ad ogni pioggia. L’amministrazione intende risolvere il problema definitivamente. I lavori sono già cominciati. L’altro nodo da sciogliere riguarda il Bilancio di previsione, la cui mancata approvazione ha di fatto paralizzato ogni attività del Comune. Il commissario che si sarebbe dovuto insediare i primi di agosto ha rinunciato. Il sostituto nominato dalla Regione, Carlo Turriciano, sarebbe dovuto arrivare giovedì scorso, ma si è registrato subito un rinvio. “Arriverà nel corso della prossima settimana” aveva assicurato domenica scorsa il sindaco. Ma ancora non si sa nulla. “Concederà il tempo necessario – ha aggiunto il primo cittadino – per la convocazione del Consiglio, chiamato ad approvare lo strumento finanziario”. Una inadempienza che si protrae dallo scorso maggio. Il primo cittadino Bruno Parisi ha avuto con il dott. Turriciano un contatto telefonico. Il Commissario ha chiesto di preparare tutta la documentazione sullo strumento finanziario in vista del suo arrivo.

Leave a Response