Taormina. Da giovedì in servizio 10 nuovi ausiliari del traffico. Presidieranno le Ztl e vigileranno davanti alle scuole

TAORMINA – Da giovedì gli ausiliari del traffico cominceranno la loro attività sulle principali arterie di Taormina. Si tratta di dieci giovani neoassunti, i cui compiti saranno quelli di occuparsi degli svariati problemi riguardanti la viabilità. In effetti, si sta prospettando un settembre molto ricco di eventi al Teatro Antico per cui i vigili urbani in servizio avranno certamente bisogno di supporto. Nel giorno in cui entreranno in attività gli ausiliari, è previsto, per esempio, il concerto di Gianna Nannini, che segna già il tutto esaurito.
La stagione settembrina dei concerti e degli spettacoli a Taormina si concluderà probabilmente con il “Womad in Sicily”, la kermesse multietnica che si terrà dal 25 al 27 e vedrà alternarsi sul palco grandi nomi della musica internazionale.
Il piano di utilizzo degli ausiliari prevede anche la sorveglianza davanti le scuole ed il parziale controllo delle zone a traffico limitato.
Ad esempio, si prevede una loro maggiore presenza soprattutto nella zona di piazza Vittorio Emanuele II, per impedire l’ingresso in quell’area da parte di quanti non sono autorizzati. Stessi controlli sono previsti anche nella zona di “Porta Catania”. Altro fattore, da non sottovalutare, è quello della necessità di andare in ferie degli agenti municipali, che fino a questo momento sono dovuti rimanere in servizio per fronteggiare un periodo particolarmente “caldo” dal punto di vista della viabilità.
Un’ordinanza sindacale ha prorogato, inoltre, fino alla fine di quest’anno la validità dei vecchi pass “01”, destinati ai residenti e “02”, attribuiti invece ai possessori di abitazioni. Come si ricorderà, da tempo è stata messa in atto la verifica dei tagliandi destinati alla sosta delle auto attualmente in circolazione. Per quanto riguarda una prima stima, secondo le nuove regole, dovrebbero essere rilasciati poco meno di una cinquantina di pass “02”, mentre in circolazione ve ne sono almeno 3.500.
L’attenzione degli uffici comunali è concentrata su quanti hanno il pass ma non hanno mai pagato Ici e Tarsu. Una sorta di controllo incrociato che servirà anche alla lotta all’evasione.

Leave a Response