S. Teresa. Erosione della spiaggia, presentato alla Regione un progetto da 30 milioni di euro

Gianluca Santisi

S. TERESA. Trenta milioni di euro. Questa la somma richiesta dall’Amministrazione comunale all’assessorato regionale al Territorio e Ambiente per gli interventi di difesa della linea costiera. Il relativo progetto – redatto dal Provveditorato Interregionale Opere Pubbliche Sicilia-Calabria, sezione di Palermo, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – è stato approvato dalla Giunta del sindaco Alberto Morabito. Sono previsti interventi per la difesa, la stabilizzazione e la riqualificazione dell’area costiera della cittadina jonica. Il progetto nasce dai risultati dello studio idraulico-marittimo effettuato nei mesi scorsi dal Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale dell’Università di Catania, a cui l’Amministrazione aveva dato incarico di analizzare e cercare di comprendere le cause dell’erosione marina che da diversi anni è in atto sull’arenile santateresino. Proprio per porre un freno all’evidente e progressiva scomparsa della spiaggia, il sindaco Morabito aveva deciso di investire circa 70mila euro (45mila per lo studio e 25mila per la progettazione). Secondo le linee guida del progetto, si interverrà essenzialmente su due fronti: da un lato sarà necessario realizzare una barriera soffolta di nuova concezione, in un grado di frenare le mareggiate e le correnti; dall’altro occorrerà intervenire con il ripascimento della spiaggia laddove la mancanza di sabbia risulta evidente. Secondo quanto trapelato da Palermo, l’iniziativa dell’Amministrazione santateresina avrebbe buone chance di andare in porto. Non sarebbero infatti molti i progetti presentati in questo settore. E’ logico, comunque, pensare che l’intervento non sarà finanziato in un’unica soluzione, ma che si procederà per stralci. L’Amministrazione, intanto, ha annunciato che il progetto sarà presentato nel prossimo autunno alla cittadinanza nell’ambito di uno specifico convegno.

Leave a Response