Disegno di legge per la valorizzazione dei Parchi, volano di sviluppo economico

PALERMO – “E’ mia ferma intenzione aggiornare la legislazione regionale con un apposito disegno di legge di riordino dei parchi siciliani finalizzato alla loro valorizzazione”.
 Lo ha spiegato l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Mario Milone, nel corso dell’incontro tenuto con i responsabili dei quattro parchi siciliani, ai quali ha rilanciato la volontà di aggiornare la legislazione regionale in materia. Milone ha anche lanciato la proposta di creare un coordinamento dei parchi per il loro rilancio.
 “Un coordinamento dei parchi – ha aggiunto l’assessore – aumenterà efficacia ed efficienza di intervento e valorizzerà la capacità attrattiva, rendendo la rete dei parchi volano di sviluppo dell’economia locale e fattore di valorizzazione delle tradizioni locali”. 
L’incontro voluto da Milone è servito anche a istituire un tavolo con l’Arta e i parchi regionali, oltre ad un qualificato partenariato europeo che coinvolge anche le università di Palermo e Catania, in 3 progetti nell’ambito del programma comunitario Life di prossima scadenza.
L’obiettivo del programma Life è di contribuire all’attuazione, all’aggiornamento e allo sviluppo della politica e della normativa comunitaria in materia di ambiente, compresa l’integrazione dell’ambiente in altre politiche, contribuendo in tal modo allo sviluppo sostenibile. Life consta di tre componenti, per ognuna delle quali è stabilito un programma strategico pluriennale che indica i settori prioritari di azione per il finanziamento comunitario: “Natura e biodiversità”, “Politica e governanza ambientali”, “Informazione e comunicazione”.
Il primo progetto riguarda il tema della biodiversità, attraverso la salvaguardia dell’integrità fisica e biologica degli habitat di interesse comunitario della Sicilia. Il secondo progetto promuove metodologie innovative di misurazione del rischio di desertificazione e la proposta di interventi integrati di mitigazione. Il terzo progetto intende promuovere l’attuazione effettiva  ed il rispetto della normativa comunitaria in materia di ambiente anche attraverso la realizzazione di un portale giuridico di diritto ambientale migliorando altresì la base di conoscenza di supporto alle politiche ambientali

 

Leave a Response