S. Teresa, l’Università certificherà la “salute” dell’acqua

S. TERESA DI RIVA – Sarà l’Università degli studi di Messina a certificare la “salute” dell’acqua che scorre nella condotta pubblica e finisce nei rubinetti delle case dei santateresini. Il sindaco, Alberto Morabito, ha conferito l’incarico al Dipartimento di Igiene, Medicina preventiva e Sanità pubblica dell’Ateneo, per l’esecuzione delle analisi chimiche, chimico-fisiche e batteriologiche delle acque destinate al consumo umano e per la consulenza igienico-sanitaria. “L’obiettivo – ha spiegato il primo cittadino – è quello di raggiungere una qualità elevata dell’acqua che sgorga nella condotta comunale e quindi nei rubinetti delle nostre case e magari poter dire un giorno ai cittadini che è possibile berla, alla stregua o meglio di quella minerale imbottigliata. Abbiamo affidato l’incarico all’Università di Messina – aggiunge – in modo che vi sia la migliore assistenza possibile, sotto il profilo professionale ed un controllo meticoloso. Puntiamo, insomma al salto di qualità”. Le condizioni attuali dell’acqua “non destano preoccupazione”. Qualche problema riguarda la condotta, per la quale il sindaco Morabito ha spiegato che “è stato presentato all’Ato 3 un progetto da un milione di euro”. E’ previsto, tra l’altro, un nuovo serbatoio. In autunno, invece, si procederà ai lavori di manutenzione.

Leave a Response