Nizza. Unione del Nisi: nuovi scontri sullo Statuto, approvazione rinviata

NIZZA DI SICILIA. Fumata nera per quanto concerne l’approvazione dello Statuto e l’adesione all’Unione dei Comuni della Valle del Nisi-area delle Terme. Nel corso dell’ultima riunione, il Consiglio comunale non ha potuto procedere all’approvazione in quanto non è stato raggiunta la maggioranza qualificata. Lo stop è giunto dopo l’autoesclusione di Alì, ormai praticamente fuori dal nuovo Ente. A Nizza la situazione è tuttavia diversa, in qaunto nelle prossime sedute sarà possibile raggiungere la maggioranza semplice richiesta, in qaunto il quorum si abbasserà. La minoranza ha aspramente criticato i cambiamenti “non concordati” alla carta fondamentale dell’Ente e pertanto hanno chiesto il rinvio della seduta. Contestualmente è stato fatto notare che bisogna tenere innanzitutto conto che i Comuni che aderiranno all’Unione sono tre (Nizza Fiumedinisi e Alì Terme) non più quattro. Il consigliere Mimma Brigandì si è dissociata dal resto del gruppo di minoranza “in quanto la fase degli emendamenti allo statuto è stata abbondantemente superata”. Il capogruppo Lillo Nociforo ha replicato che “la decisione era presa e che pertanto Brigandì, che non si è allineata, non verrà considerata più facente parte gruppo di minoranza”.

Leave a Response